CCNL Lavoro domestico: ecco il testo ufficiale dell’accordo di rinnovo

Ecco il testo ufficiale dell’accordo di rinnovo del CCNL Lavoro domestico. Vediamo quali altre novità introduce il contratto per colf, badanti e baby sitter.

Dopo aver pubblicato la notizia del comunicato stampa di Domina (vedi Lavoro domestico: firmato il nuovo Contratto collettivo, ecco le novità), ecco il testo ufficiale dell’accordo del CCNL Lavoro domestico sottoscritto da Domina, Fidaldo e le organizzazioni sindacali dei lavoratori domestici. Il nuovo Contratto collettivo nazionale lavoro domestico, avrà effetto dal 1° ottobre 20220 fino al 31 dicembre 2022.

CCNL Lavoro domestico: ulteriori novità

Erano più di due anni che i sindacati datoriali e dei lavoratori domestici speravano in un rinnovo del contratto. L’accordo introduce, oltre le novità descritte nell’articolo precedente (aumento della retribuzione e del periodo di prova a 30 giorni per tutti i lavoratori, nuovi livelli contrattuali, importanza della formazione, nuova figura professionale di assistente educativo formato) anche numerose modifiche alla disciplina del lavoro domestico. Analizziamo le più significative.

Lavoro domestico e indennità mensile

√Baby sitter, inquadrati nel livello BS: €115,76 di indennità mensile nell’assistenza di un bambino fino a sei anni di età

√Addetto assistenza di più di una persona non autosufficiente, inquadrato nei livelli CS o DS: indennità mensile pari a 100 euro.

√Lavoratori in possesso della certificazione di qualità (UNI 11766/2019). In questo caso gli importi sono due in base al profilo/livello: AS percepirà un indennità pari a 8 euro; mentre B o CS di 10 euro. L’indennità spetta a decorrere dal 1° ottobre 2021.

Nuovi importi dei minimi retributivi

A partire dal 1° gennaio 2021 ci saranno nuovi importi minimi retributivi in base alla tipologia di lavoratori/livello:

√Conviventi a servizio intero in base al livello: A: 645,50; AS: 762,88; B: 821,56: BS: 880,24. C: 938,94; CS: 997,61; D: 1.173,65 (+ indennità 173,55); DS: 1.232,33 (+ indennità 173,55)

√Conviventi a servizio ridotto: B: 586,83; BS: 616,18; C: 680,71.

√Non conviventi: A: 4,69; AS: 5,53; B: 5,86;BS: 6,22;C: 6,57; CS: 6,93;D: 7,99; DS: 8,33

√Assistenza notturna: BS: 1.012,27 (autosufficienti); CS: 1.147,24 (non autosufficienti); DS: 1.417,21 (non autosufficienti).

√Presenza notturna: livello unico: 677,78

√Casi di copertura (*): CS: 7,45; DS: 8,98 (*) Assistenza a persone non autosufficienti, con prestazioni limitate alla copertura dei giorni di riposo dei lavoratori titolari.

Pratiche rinnovo permesso di soggiorno e ricongiungimento familiare

I permessi concessi dal nuovo CCNL lavoro domestico spettano anche per le pratiche di rinnovo del permesso di soggiorno e di ricongiungimento familiare.

Contratto a tempo determinato e proroga

Infine, nel caso in cui la durata di un contratto a tempo determinato, ma occasionale, sia inferiore di 12 giorni di calendario, la forma scritta non è necessaria. Inoltre, se la durata iniziale di un contratto è inferiore a 24 mesi, esso può essere prorogato, per un massimo di quattro volte, ma senza superare i 24 mesi comprensivi delle proroghe.

Scarica il Testo ufficiale dell’accordo di rinnovo CCNL Lavoro domestico.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp