Cedolare secca: come si calcola l’importo da pagare, rate e scadenze

Cedolare secca su contratto di affitto: come effettuare il calcolo, le rate e i codici di versamento con F24, tutte le informazioni utili.

Appartamento in fitto con cedolare secca, un lettore ci chiede: Come si calcola l’importo da pagare  (avendo un appartamento in affitto regime cedolare secca) su un canone annuale ad esempio di euro 3.600,00  Analizziamo il calcolo, le rate e le scadenze anche in base alle ultime novità.

Cedolare secca e tipologie di contratto

La cedolare secca si divide in due tipologie di contratto di affitto: libero e concordato. Nello specifico:

  • si applica la percentuale del 21 per cento per i contratti di locazione a canone “libero” di immobili abitativi;
  • si applica la percentuale del 10 per cento per i contratti di locazione a canone “concordato” di immobili abitativi.

Il contratto concordato è un tipo particolare si contratte prestabilito secondo importi concordati dalle organizzazioni rappresentative delle parti ed è valido solo se stipulato attraverso l’apposito modello predisposto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Se si opta per la cedolare secca non vanno pagato le tasse di registrazione contratto e l’imposta di bollo e registro.

L’imposta sostitutiva segue le stesse regole: scadenza e modalità (saldo e acconto) dell’Irpef.

Cambia solo la misura dell’acconto che è pari al 95% dell’imposta dovuta per l’anno precedente.

Scadenze e percentuali

Inoltre, il pagamento dell’acconto (dovuto se la cedolare per l’anno precedente supera i 51,65 euro) va effettuato:

  • in un’unica soluzione, entro il 30 novembre, se l’importo è inferiore a 257,52 euro
  • in due rate, se l’importo dovuto è superiore a 257,52 euro:
    – la prima, del 40% (del 95%), entro il 30 giugno
    – la seconda, del restante 60% (del 95%), entro il 30 novembre.
  • il saldo si versa entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello cui si riferisce, o entro il 31 luglio, con la maggiorazione dello 0,40%.

Codice F24 per effettuare il versamento della cedolare secca

I codici da utilizzare nel modello F24 sono: 

  • 1840: Cedolare secca locazioni – Acconto prima rata
  • 1841: Cedolare secca locazioni – Acconto seconda rata o unica soluzione
  • 1842: Cedolare secca locazioni – Saldo

La cedolare secca è “compensabile” con le regole ordinarie.

Calcolo della cedolare secca su contratto di locazione di € 3.600

Non conoscendo il tipo di contratto stipulato dal nostro lettore, procediamo a fare entrambi gli esempi di calcolo. Precisiamo che questo è solo un esempio in quanto è necessario indicare, per effettuare un calcolo preciso anche la rendita catastale dell’immobile.

Calcolo su affitti con contratto a canone libero

Canone di locazione annuo € 3.600 per anno d’imposta 2019 con aliquota al 21 per cento:

Cedolare dovuta € 756,00

Acconto dovuto € 718,20

Prima rata € 287,28

Seconda rata € 430,92

Calcolo su affitti con contratto a canone concordato

Canone di locazione annuo € 3.600 per anno d’imposta 2019 con aliquota al 10 per cento:

Cedolare dovuta € 360,00

Acconto dovuto € 342,00

Prima rata € 136,80

Seconda rata € 205,20

Novità 2020

Allo studio l’innalzamento dell’aliquota per gli affitti di canone concordato dal 10 per centro al 12,5 per cento. Sembra che i contratti di affitto a canone libero non siano stati toccati.

Ti potrebbe interessare anche: Pagamento imposte differito con 0,40% di interessi: le nuove date


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”