Dossier Isola dei famosi: il grande imbroglio, parte prima

-
10/04/2018

Vediamo perchè l’Isola dei famosi è un imbroglio per tutti, dagli attori, agli autori ai telespettatori.

Dossier Isola dei famosi: il grande imbroglio, parte prima

Innanzitutto, prima di spiegare perchè è un imbroglio vediamo che cosa è.

L’isola dei Famosi è un programma televisivo a basso costo, anzi sono due, di cui solo uno ha le connotazioni del reality.

Il più importante consiste nella puntata settimanale che si svolge in un giorno variabile a seconda della programmazione della Rai.

Il format è di proprietà di una azienda esterna, la Magnolia ed è diventato famoso proprio con la RAI che ci aveva investito dei soldi.

Dopo qualche anno di successi l’azienda di stato lo ha abbandonato ed è stato proposto a Mediaset, sempre in cerca di contenitori per vendere pubblicità

Ovviamente Mediaset meno spende e meglio è non avendo le sovvenzioni del canone e quindi gli hanno totalmente stravolto il programma,

Sono spariti i famosi, sostituiti da una corte dei miracoli di varia natura,tutti ex di qualcosa e, come diceva mio zio, se sono ex ci sarà un perchè.

Sono spariti gli opinionisti e qui si impone una riflessione su che cosa è un opinionista o meglio su come si classificano.

Ci sono gli esperti che esprimono pareri su una materia di loro competenza: per fare qualche esempio Sgarbi quando parla di arte o di politica, Cacciari quando parla di filosofia o di sociologia o anche lo stesso Signorini quando parla di gossip, il suo lavoro.

Il problema è che questi costano e quindi vengono sostituiti da generici, per di più ex, come la ” zia” o Daniele Bossari, neppure tanto incisivi o arguti, così il risparmio è consistente e non si rischiano querele.

In realtà opinionisti generici lo siamo tutti quando esprimiamo opinioni di vario genere in qualunque luogo.

Come ogni recita ci si avvale di una sceneggiatura, un copione, ma qui, sempre per risparmiare, si utilizzano gli autori pagati a forfait dalla Magnolia, che le idee le hanno finite da un pezzo: inevitabile dunque che il copione risulti brutto, come brutto risulterebbe un film con una brutta storia e con attori modesti e semisconosciuti.

L’imbroglio continua domani, perchè gli imbrogliati sono tutti ma proprio tutti, attori, autori, spettatori, la Marcuzzi e la stessa Mediaset e l’attacco continuo di Striscia non è affatto casuale.

Per leggere la seconda puntata: Dossier Isola Dei Famosi: Il Grande Imbroglio, Parte seconda