Centri estivi anche per disabili: basta la volontà per avviare qualcosa di positivo (la lettera di Simona)

Centri estivi anche per disabili: “a volte basta  l’iniziativa di un singolo individuo e la volontà di una società sportiva per avviare qualcosa di positivo e di sollievo per i genitori e i figli”.

Buonasera, ho letto ora l’articolo scritto da Lei sulla problematica che incontrano le famiglie nell’inserimento dei propri figli nei centri estivi. Mi sono permessa di scriverle perché è un’ingiustizia che da due anni combatto facendo proprio l’opposto. Mi spiego meglio.

Io lavoro presso un Centro Sportivo di Genova “Piscine Sciorba” da 20 anni come istruttore sportivo. Nel 2011 mi è stato proposto di seguire un gruppo di ragazzi disabili. Mi si è aperto un mondo!!! Un mondo speciale!!! Da li ho iniziato a frequentare corsi di formazione mirati a sviluppare le competenze necessarie e 2 anni fa da ‘MySport” mi e’ stato chiesto di coordinare questo settore “delicato” dando alle famiglie un servizio mirato e adatto alla tipologia di disabilita’.

Progetto Special Olympics: aperto a tutti

Abbiamo avviato un progetto di Special Olympics, dove bimbi, ragazzi e adulti vengono inseriti nei corsi collettivi, avendo comunque il loro istruttore di riferimento, ma seguendo il programma di tutti gli altri, facendoli lavorare in gruppo e lasciare che interagiscano tra loro. Il progetto non si ferma però solo a quelle che sono le attività invernali. Questo progetto, non solo di inclusione, ma anche di autonomia ed integrazione lo portiamo avanti anche in estate, per 14 settimane! Per 5 giorni alla settimana, per 2 ore, mezza giornata o la giornata intera (dipende dalla richiesta della famiglia) i bimbi e i ragazzi vengono inseriti nei loro gruppi e partecipano oltre ad attività sportive organizzate, anche laboratori, alla gita settimanale programmata e per i compiti. 

Quest’estate sarà il terzo anno che faremo il centro estivo aperto a tutti.

A volte basta  l’iniziativa di un singolo individuo e la volontà di una società sportiva per avviare qualcosa di positivo e di sollievo per i genitori e i figli.

Cordiali Saluti

Simona Bianchi
Coordinatore Settore Special MySport
Tecnico Nazionale Special Olympics 

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”