Centri estivi: i ragazzi disabili sempre più emarginati

Centri estivi: i ragazzi disabili dovrebbero essere tutelati e integrati in una società che troppo spesso li mette alla porta.

Dopo aver trattato la denuncia di genitori per l’accesso negato ai loro figli disabili, ci è arrivata in redazione la mail di un lettore che vive la stessa esperienza, denuncia i costi elevati e la mancanza di strutture.  I ragazzi speciali dovrebbero essere tutelati e integrati in una società che troppo spesso li mette alla porta.

Centri estivi: sfortuna di vivere in un città con strutture mancanti

Buongiorno,vi scrivo dopo aver letto un vostro articolo, anch’io sono un genitore di un figlio disabile che purtroppo ha la sfortuna di vivere in una città che già offre ben poco per le normali attività sportive e ludiche per i bambini, figuriamoci per chi ha una qualche difficoltà.

Il problema di fondo sono i costi, la quasi totalità delle strutture sono private e per assistere un bambino o ragazzo disabile ci vuole personale qualificato e dedicato proprio all’attività e all’inclusione, tutto questo ha un prezzo che grava esclusivamente sui genitori che hanno già il problema di pagare le terapie che non sempre sono gratuite soprattutto quelle per migliorare l’autonomia e i punti di forza e che non strettamente collegate alla loro disabilità.

Quindi o lo stato o le autonomie locali dovrebbero mettere a disposizione fondi per questo tipo attività extra scolastiche e che avrebbero una utilità ed un impatto sociale non indifferente sui bambini e sui genitori.
Ovviamente la vedo dura e non saprei proprio da dove cominciare  poter fare qualcosa. Grazie e buon lavoro

Raccontatemi la vostra storia, la vostra lotta contro le ingiustizie, l’emarginazione di chi dovrebbe essere tutelato, scrivetemi a: notizieora.it@gmail.com

Angelina Tortora

Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”