Certificazione Ape Volontario, comporta l’obbligo di adesione?

La richiesta di certificazione all’APE volontario comporta in caso di risposta positiva l’obbligo di aderirvi? E la domanda che ci ha posto un nostro lettore, analizziamo che cos’è la certificazione e quali obblighi comporta. Requisiti per accedere al prestito pensionistico Ape Volontario Per accedere al prestito Ape Volontario bisogna avere i seguenti requisiti: avere una […]

La richiesta di certificazione all’APE volontario comporta in caso di risposta positiva l’obbligo di aderirvi? E la domanda che ci ha posto un nostro lettore, analizziamo che cos’è la certificazione e quali obblighi comporta.

Requisiti per accedere al prestito pensionistico Ape Volontario

Per accedere al prestito Ape Volontario bisogna avere i seguenti requisiti:

  • avere una età minima di 63 anni;
  • aver maturato una anzianità contributiva non inferiore a 20 anni;
  • avere un importo della futura pensione mensile, al netto della rata di ammortamento per il rimborso del prestito richiesto, pari o superiore a 1,4 volte il trattamento minimo dell’Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO);
  • per i soggetti con riferimento ai quali il primo accredito contributivo decorre dal 1° gennaio 1996, avere un importo di pensione non inferiore a 1,5 volte l’importo dell’assegno sociale di cui all’articolo 3, comma 6, della legge n. 335 del 1995;
  • non essere titolare di pensione diretta o di assegno ordinario di invalidità.

Non è necessario cessare l’attività lavorativa.

Pensione anticipata RITA, il fondo chiede la certificazione Inps APE Volontario, ma è abolita?

Pensione anticipata APE Sociale

Come ottenere la pensione anticapata Ape Volontario

Per ottenere l’APE l’interessato, o gli intermediari autorizzati, devono presentare all’INPS la domanda di certificazione del diritto all’APE attraverso l’uso dell’identità digitale SPID almeno di secondo livello o il PIN dell’INPS.

L’INPS verifica il possesso dei requisiti di legge, certifica il diritto all’APE e comunica al richiedente l’importo minimo e massimo del prestito ottenibile.

L’ente comunica entro 60 giorni il possesso o meno dei requisiti. Non arriva alcuna comunicazione cartacea, il risultato dell’esito è riportato nella sezione del portale riservato alla persona e all’indirizzo di posta elettronica conosciuto dagli uffici se segnalato nella domanda.

Nell’esito vengono indicati tre aspetti fondamentali:

1) la prima data per presentare la domanda di Ape; 2) l’importo minimo e massimo della quota mensile Ape che può essere chiesta; 3) la durata massima del finanziamento.

Se la domanda viene respinta si hanno 30 giorni per chiedere il riesame del provvedimento negativo.

Obbligo di aderire all’Ape Volontario

Il lavoratore che ha ricevuto la certificazione INPS, può decidere se gli conviene o meno accettare quel tipo di pensione anticipata Ape. Se nn dovesse essere conveniente non è obbligato ad aderire, quindi il suo iter termina qui. Mentre si trova convenienza, continua l’iter presentando la domanda all’istituto finanziatore (istituto di credito). 

Pensione anticipata Ape volontario non rischia lo stop, cosa succederà all’Ape Sociale?

Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.