Chi si alza a fatica la mattina dal letto risulta essere più intelligente: lo dicono due studi

Due studi dicono che chi fatica ad alzarsi dal letto la mattina e più intelligente.

Alla base ci sono due studi scientifici che lo confermano, chi fa molta fatica ad alzarsi la mattina dal letto risulta essere più intelligente. Questa è una buona notizia per chi è pigro, mentre per quelli che la mattina si alzano dal letto tutti pieni di energia, la notizia non gli farà molto piacere.

Andiamo a vedere cosa dice la scienza su questa teoria, i pigri sono più intelligenti

La scienza è dalla parte di chi ha difficoltà ad alzarsi dal letto la mattina, quelli che per farli alzare ci vogliono dieci sveglie o la mamma che li tira dal letto. Questa teoria non va proprio a vantaggio dei datori di lavoro, infatti ci sono casi in cui sia sul lavoro che a scuola non si riesce proprio ad essere precisi, ma dall’altro lato vi potrebbe confortare il fatto che chi arriva in ritardo è più intelligente sul lavoro.

La cosa che conforta questa teoria è che sono due le ricerche che hanno confermato la stessa cosa e così la rende più credibile.

La prima a confermare questa teoria è l’università di Madrid, ha preso come campione mille studenti, esattamente quelli che facevano le ore piccole e che facevano più fatica ad alzarsi al mattino, sono risultati con un intelletto più sviluppato, in particolare sull’intelligenza logica.

La seconda ricerca invece viene da casa nostra, dall’Università Cattolica del Sacro Cuore, ha preso in esame 120 soggetti di età diverse e con diversi stile di vita, e anche qui chi ha avuto difficoltà ad alzarsi al mattino sono stati più bravi a risolvere qualsiasi tipo di problema e sono stati anche più bravi a risolvere i conflitti.

Signori pigri, ora però non vi atteggiate a persone intelligenti solo perché avete difficoltà ad alzarsi la mattina, anche chi si alza presto la mattina può avere le vostre stesse capacità.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp