Ciocco-mimosa: variante al cioccolato, farcita di camy cream alla nutella

Ciocco-mimosa; variante al cioccolato della torta simbolo della festa della donna; fatta con un pan di Spagna al cacao e farcito con crema alla nutella.

Ciocco-mimosa, praticamente la versione al cioccolato della torta simbolo della festa della donna. Buona, gustosa e in più cioccolatosa; un pan di Spagna al cioccolato; e poi farcito da una camy cream alla crema di nocciole. Un dolce facile da fare e che accontenta tutti, soprattutto i più piccoli per la sua golosità, oltre a essere un buon dessert è adatto anche alla merenda. Ecco la ricetta!

Ciocco-mimosa, variante al cioccolato

Ingredienti per una teglia da 22 cm

Pan di spagna al cacao

Farina di tipo 0 70 gr

Fecola o frumina 70 gr

Cacao amaro 40 gr

Zucchero semolato 180 gr

Uova 6

Estratto di vaniglia 1 cucchiaino

Camy cream alla nocciola

Mascarpone 250 gr

Panna da montare 125 gr

Latte condensato 90 gr

Nutella 5 cucchiai

estratto di vaniglia

Bagna

Acqua 1 bicchiere

Zucchero 2 cucchiai

Rum 1 bicchiere

Preparazione pan di Spagna

Nella ciotola della planetaria, mettere le uova e il pizzico di sale, poi azionare e cominciare a mescolare a bassa velocità. Inserire lo zucchero un po’ alla volta, aumentando la velocità a 4/5, montare per 10 minuti. Nel frattempo setacciare insieme le farine e il cacao, imburrare e infarinare anche lo stampo che userete. Trascorso il tempo e l’impasto è gonfio e come si dice in gergo, scrive è pronto, abbassare la velocità al minimo e unire la vaniglia lentamente, far assorbire e spegnere. preparazione ciocco-mimosaAggiungere le polveri miscelate insieme, un po’ alla volta con una spatola con movimenti dal basso verso l’alto, per non smontare il composto, intanto accendere anche il forno a 180 ° statico. Versare il composto nella teglia e infornare per 30/40 minuti, fare la prova stecchino, in genere è pronto quando i bordi si staccano dalla teglia.

Preparazione camy cream

Intanto che il dolce raffredda, preparare la crema, innanzitutto montare la panna, poi in una ciotola mescolare il mascarpone con il latte condensato e la nutella. Incorporare poi, la panna sempre con movimenti delicati dal basso verso l’alto, appena pronta coprire e tenere in frigo fino al momento di farcire la torta.

Bagna

Preparare lo sciroppo per la bagna, in un pentolino mettere l’acqua e lo zucchero, portare sul fuoco, appena diventa liquido e trasparente spegnere e unire il rum e mescolare.

Assemblaggio della ciocco-mimosa

Tagliare in due parti la torta, poi nella teglia in cui è avvenuta la cottura, rivestita da pellicola adagiare la base del dolce leggermente svuotata, tenendo la mollica ottenuta da parte che servirà per la decorazione. Bagnare con un metà dello sciroppo  e distribuire parte della crema, tenendone un po’ per la decorazione. assemblaggio ciocco-mimosaSovrapporre l’altra parte del dolce, bagnare ancora con lo sciroppo, coprire con pellicola e tenere in frigo almeno 12 ore così da compattarsi il tutto. Girare la torta su un vassoio, farcire con la restante crema e completare con le briciole di Pan di Spagna, in superficie e intorno al dolce. Volendo si può decorare a piacere con confetti o altro, intanto io per darle un po’ di colore ho aggiunto delle ciliege candite, la ciocco-mimosa è pronta, tenerla in frigo fino al momento di servirla. Leggi anche:Torta rovesciata all’ananas con ciliegie


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Imma Castaldo

Cucinare e impastare è la mia più grande passione che coltivo da quando ero ragazza, ricordo ancora la mia prima pasta e fagioli all'età di 13 anni. Ma la dote più innata sono i dolci, non smetterei mai di farli ma anche di mangiarli, sono molto golosa soprattutto di cose buone. Mi piace imparare e sperimentare cose nuove uso molto il lievito madre per i lievitati e di conseguenza lunghe lievitazione. Avendo anche 3 ragazzi devo sempre inventarmi qualcosa per accontentarli: dai primi piatti alla pizza; dai secondi  al fast food.