Codici Pronto Soccorso, si cambia: dai colori si passerà ai numeri

Codici di pronto soccorso, dai colori: rosso, bianco e verde, si passa ai codici che stabiliranno l’urgenza. Ecco tutte le novità.

Nel giro di pochi mesi, cambieranno i codici di accesso nei Pronto Soccorso, si passerà dai colori ai numeri, così gli accessi saranno più rapidi con la riforma del triage. Questa sarà una vera rivoluzione che riguarderà medici e pazienti, al momento d’arrivo non ci si vedrà segnato con un colore, ma con un numero.

Codici pronto soccorso: le novità 

Il Ministero della Salute, ha già fornito le linee guida alle Regioni, gli sono stati dati 18 mesi di tempo per attuare tutte le novità, oppure per proporre idee nuove o cambiamenti per poter migliorare le emergenze.

Con questo nuovo metodo il Ministero della Salute, ha come obbiettivo di differire il tipo di urgenze, individuando le patologie da definire più urgenti o meno urgenti delle altre. Vediamo come sono classificate le urgenze al Pronto Soccorso con i codici e i tempi di attesa:

CODICE 1: corrisponde alla massima emergenza e di conseguenza per il paziente c’è l’accesso immediato al trattamento

CODICE 2: vengono costantemente monitorati durante l’attesa, il tempo di attesa al trattamento è valutato intorno ai 15 minuti

CODICE 3: viene classificato come un intervento non immediato, il tempo di attesa può diventare anche 60 minuti.

CODICE 4: poca urgenza, i tempi salgono a 2 ore.

CODICE 5: nessuna urgenza, il consiglio è di recarsi al medico di base, tempo di attesa 4 ore.

Novità su triage di prima accoglienza

L’altra novità che sarà introdotta, e che, mentre oggi il triage di prima accoglienza è uguale per tutti i pazienti, oggi invece, con le nuove regole dei numeri, ci sarà un infermiere che valuterà la priorità dell’urgenza, ci saranno delle aree nuove che si chiameranno “see and treat” e “fast track”, li verranno accolti da infermieri per la cura delle urgenze minori e per poter così sfoltire il sovraffollamento degli accessi al Pronto Soccorso.