Colesterolo, attenzione alla quarantena: ecco la dieta

Attenzione a non far salire i livelli di colesterolo in questo periodo di quarantena.

Il problema del colesterolo alto è un problema che interessa quasi il 50% della popolazione: tali persone, di conseguenza, rischiano malattie cardiovascolari. In questo periodo di emergenza Covid-19 e l’obbligato periodo di quarantena, bisogna fare molta attenzione a tenere a bada i livelli di colesterolo.

Attenzione al periodo di quarantena e ai livelli di colesterolo

In questo periodo di quarantena bisogna fare molta attenzione a quello che mangiamo, in particolare per chi già soffre di problemi cardiaci e di ipertensione. La prima cosa da fare è quella di non interrompere mai la terapia che avete in corso, se non ve l’ha prescritto un medico.

Una cosa molto importante in questo periodo di quarantena è l’alimentazione: deve essere la più sana possibile e quanto più povera di calorie. Ad affiancare una sana alimentazione ci deve essere anche un po’ di movimento, che possono essere esercizi fatti in casa o qualche piccola passeggiata nei limiti consentiti dalla legge.

Per quanto riguarda l’alimentazione è importante evitare l’assunzione di grassi saturi e diminuire il consumo di carboidrati, poiché entrambi alzano i livelli di colesterolo. Un trucco, che potete usare in questo periodo, è quello di ridurre le porzioni che normalmente mangiate, sia a pranzo che a cena.

La dieta che vi può aiutare a mantenere il valore di colesterolo basso è la dieta mediterranea, che aiuta a proteggervi anche dalle malattie cardiovascolari; stiamo parlando di prediligere frutta e verdura, il pesce azzurro (almeno quattro volte a settimana), i legumi (almeno tre volte a settimana), le noci.

Da prediligere, poi, le carni bianche come pollo, tacchino e coniglio, mentre bisogna evitare le carni rosse; è essenziale consumare uova e latticini (meglio scremati e senza zuccheri) e cereali integrali, evitare zuccheri e sale. Inoltre bisogna evitare fritture: i cibi consigliati sono quelli fatti alla piastra e in umido.

Importante è anche fare esercizio fisico. A casa, se ne avete, salite e scendete le scale, passeggiate in casa se avete corridoi, utilizzate la cyclette o il tappeto se li avete, fate stretching; anche le faccende domestiche potrebbero essere un’idea per muoversi un po’.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp