Colloquio di gruppo: ecco qualche consiglio per affrontarlo al meglio

Nel colloquio di gruppo il candidato deve emergere rispetto agli altri candidati. Ecco quindi alcuni consigli per affrontarlo al meglio.

Il colloquio costituisce un momento fondamentale per ogni candidato nella ricerca del lavoro. Può essere considerato il primo contatto tra l’azienda e i candidati. Affrontare un colloquio in maniera individuale è facile, ma quando si tratta di quello di gruppo ecco come dobbiamo comportarci

Colloquio di gruppo: cosa è e come è strutturato

Il colloquio è un momento particolare per un candidato che in poco tempo deve cercare di impressionare favorevolmente il selezionatore. Nel colloquio di gruppo, invece, essendoci più persone a candidarsi allo stesso posto di lavoro e soprattutto contemporaneamente, diventa importante emergere rispetto agli altri candidati, mettendo in risalto le proprie qualità, competenze professionali e capacità pratiche.

Il colloquio di gruppo viene utilizzato dalle aziende sia per ottimizzare i tempi, quando ci sono molti candidati per la stessa offerta di lavoro, sia per dare ai selezionatori la possibilità di capire immediatamente alcune caratteristiche del candidato.

Infatti i candidati durante questa tipologia di colloquio, avrà modo di rapportarsi con gli altri, ma anche di mettere in risalto le proprie doti personali.

Ovviamente partecipare ad un colloquio di gruppo, per un candidato non è una sorpresa perché di solito è già stato informato che dovrà affrontare questa tipologia di colloquio.

Infatti, arrivato in sede verrà fatto sedere intorno ad un tavolo formando un gruppo di massimo dieci persone. Saranno presenti anche almeno tre selezionatori che prenderanno appunti per tutta la durata della prova. Quest’ultima, di solito è la risoluzione di un caso aziendale che deve essere risolto lavorando in gruppo.

I selezionatori, durante il colloquio guarderanno alcune capacità dei candidati come:

√capacità di analisi del caso stesso;

√lavorare in gruppo;

√negoziazione rispetto all’obiettivo da raggiungere;

√comunicazione verbale e non verbale.

Ecco alcuni consigli

Anche in questo caso il primo consiglio è cercare notizie sull’azienda che ti ha convocato. Non fermarti al sito web, ma vai sui social, cerca in rete, leggi le recensioni. Tutte queste informazioni ti serviranno a capire come affrontare la simulazione del caso aziendale durante il colloquio.

Al momento del colloquio studia attentamente la documentazione che ti daranno in modo da analizzare al meglio il caso aziendale.

Quando esprimerai la tua opinione parla in modo semplice e chiaro, con educazione, iniziando con un “secondo me” se le opinione differiscono da quelle dei tuoi colleghi.

Un altro consiglio è non interrompere ma rispettare i tempi della comunicazione. Non sempre un’azienda è alla ricerca di un candidato con le qualità di leader. Infatti, un’altra figura importante è il moderatore, che aiuta gli altri ad esprimere la propria opinione e propone soluzioni che vadano bene per tutto il team.

Infine, importante è anche relazionarsi con il pensiero degli altri candidati. Questo non vuol dire dare ragione o non esprimere le proprie idee, ma ascoltare e comprendere le opinioni altrui. Questo atteggiamento darà modo ai selezionatori di dimostrare la tua capacità di lavorare in team.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp