Combattere la ritenzione idrica: vediamo come con i rimedi omeopatici

La ritenzione idrica con dei rimedi omeopatici si può, oltre alle regole alimentari e comportamentali, vediamo cosa ci viene ancora consigliato.

Combattere la ritenzione idrica con dei rimedi omeopatici si può, oltre alle regole alimentari e comportamentali, vediamo cosa ci viene ancora consigliato. La ritenzione idrica si verifica quando si accumula acqua nel corpo o in alcune parti specifiche. Colpisce il più delle volte le donne e può dipendere da origini di patologie cardiache e renali, oltre che essere responsabile di cellulite, gambe gonfie e pelle a buccia d’arancia.

Ritenzione idrica

La ritenzione idrica è anche una conseguenza di uno stile di vita squilibrato, ma può essere rettificato ricorrendo a semplici rimedi omeopatici, vediamo quali:

Con la bella stagione, è facile che ci si trovi a camminare a lungo, si possono avvertire dolori, anche forti, a gambe e piedi, che si gonfiano, e se anche la pipì scarseggia, soffrite di ritenzione idrica. L’organismo tende a trattenere i liquidi causando un ristagno, che tende ad accumularsi nelle aree più predisposte al deposito dei grassi come cosce, addome e glutei. Se la ritenzione diventa grave, possono manifestarsi edematose sulle aree colpite, oltre che rigidità articolare e grandi oscillazioni di peso.

Bisogna non trascurare la ritenzione idrica, se lo si fa si rischia di sviluppare la cellulite, l’accumulo di liquidi e il sovrappeso sono fenomeni legati, causando problemi di smaltimento. Gli altri motivi, oltre al sovrappeso che possono portare alla ritenzione idrica, sono la vita sedentaria, la stipsi, gli squilibri ormonali, cattiva circolazione, alimentazione squilibrata o troppo ricca di sale.

Gambe, caviglie e piedi gonfi: sintomi da non sottovalutare, potrebbe essere il cuore

Rimedi omeopatici o naturali

Vediamo tutti i rimedi omeopatici o naturali per la ritenzione idrica, che devono però sempre essere associati ad uno stile di vita sano e attiva:

1)Il thè verde che grazie alle sue proprietà antiossidanti, stimola il metabolismo ed ha un’azione drenante e aiuta a depurare l’organismo. La dose consigliata è di 3 tazze al giorno.

2)Succo di mirtillo, è buono, fresco e ricco di proprietà antiossidanti, vitamine e minerali, libera il corpo dalle tossine ottenendo un intervento mirato sulle funzionalità capillari.

3)Il tarassaco è un depurativo con spiccata azione drenante, foglie e radici stimolano l’attività biliare, renale ed epatica.

4)La betulla, si consiglia di assumerla in decotto, succo o linfa, è il diuretico più popolare. Nelle sue foglie ci sono sali di potassio e flavonoidi.

5)Centella, serve per combattere gonfiori e pesantezza alle gambe, è un toccasana per ridurre la fragilità capillare e rigenerare le strutture epidermiche, disponibile in polvere, fiale e gocce.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube