Come abbassare il reddito Isee: i modi legali

Come si fa ad abbassare il reddito ai fini Isee per poter accedere a sussidi ed agevolazioni? Vediamo come farlo in modo legale.

Ormai l’Isee fa parte della nostra vita: necessaria per sussidi e agevolazioni, per le tasse universitarie, per la mensa scolastica dei più piccoli, la dichiarazione è presentata da un altissimo numero di cittadini. Molto spesso restituisce una fotografia dell’indicatore economico che non risponde alla realtà (ad esmpio i figli minori, magari, hanno libretti rimpinguati dai nonni che non rispecchiano il reddito della famiglia;  si può avere la proprietà di immobili di cui, però, non si può disporre come accade nel caso di lasciti ai figli da parte di genitori ancora in vita).

In molti casi, quindi, l’Isee ci fa più ricchi di quello che in realtà siamo. Esistono, però, dei modi legali per abbassare la soglia dell’Isee che permettono, quindi, al contribuente di accedere ad agevolazioni e sussidi. Vediamo quali sono.

Come abbassare il reddito Isee in modo legale

Sottolineiamo che tutti i modi che andiamo a descrivere sono totalmente legale. Da scartare fin da subito l’ipotesi di non dichiarare redditi o proprietà perchè in questo caso si possono rischiare sanzioni amministrative in seguito ad accertamenti fiscali (che possono avere anche valore retroattivo).

Per intervenire sul reddito Isee si può ricorrere all’Isee corrente che permette di prendere in considerazione solo i redditi percepiti negli ultimi mesi e, comunque in periodo abbastanza circoscritto. In questo modo si possono avere ovvi vantaggi (soprattutto se i redditi sono cambiati profondamente rispetto a quelli presi in esame per l’Isee ordinario). Per dimostrare la perdita dell’occupazione o il termine di un sussidio percepito, poi, si può richiedere l’Isee corrente solo degli ultimi mesi. In questo modo, infatti, molti contribuenti riescono, dimostrando di non avere più i redditi del 2018, ad accedere al reddito di cittadinanza.

In questo momento, poi, l’Isee diventa fondamentale anche per accedere ai nuovi sussidi predisposti dal governo per l’emergenza coronavirus.

Come agire sul conto corrente

Per diminuire il reddito Isee è possibile agire anche sui conti corrente, i libretti di risparmio e i conti deposito. Tutti questi strumenti finanziari, infatti, rientra nell’Isee ed hanno un certo peso.

Se si è nella possibilità di farlo la cosa migliore sarebbe quella di cointestare i conti correnti e i libretti con altre persone (fidate, ovviamente): in questo modo la quota di spettanza ai fini Isee sarà ridotta del 50% se contestato con una persona, del 66% se cointestato con 2 persone ecc…

Ovviamente gli strumenti di risparmio di cui sopra non possono essere cointestati con persone appartenenti allo stesso nucleo familiare (se cointesto il conto con la moglie/il marito coinfluirà tutto allo stesso modo nell’Isee.

L’ideale sarebbe, per i genitori, di cointestare i conti e libretti con figli non conviventi, ad esempio.

Una terza strada per ridurre il reddito Isee è rappresentata dagli immobili. Se si possiedono degli immobili, anche se non utilizzati personalmente, essi pesano sui redditi. Se si ha la possibilità, quindi, sarebbe opportuno concederli in usufrutto (magari ad un figlio) poichè la sola nuda proprietà dell’immobile non rientra nei redditi Isee.

Si tratta, quindi, di piccoli accorgimenti in grado, però, di abbassare il reddito Isee.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.