Come acquistare l’anguria più buona con un semplice trucco

L’anguria è il frutto dell’estate, che piace a grandi e piccini. Ma siamo sicuri di portare sulle nostre tavole l’anguria più buona? Vediamo qualche trucco.

L’anguria è sicuramente l’alimento dell’estate, quell’alimento che non può mancare sulle nostre tavole, oppure per una giornata al mare o in piscina. Può diventare, se si vuole, anche una merenda gustosa da dare ai nostri piccini insegnando loro, così, ad avvicinarsi sempre di più al mondo salutare della frutta e della verdura. Essa è rinfrescante e gustosa, capace sia di far scomparire quel bisogno di bere, ma è anche in grado di soddisfare la nostra esigenza di gusto.

C’è un però: non sempre tutte le angurie che troviamo e che compriamo sono buone. Anzi, delle volte le acquistiamo perché dall’esterno ci sembrano ottime, ma quando andiamo ad aprire la nostra anguria la troviamo pessima, e che ci lascia un gusto di acidità in bocca, il che non ci fa nemmeno bene. Ma esiste un trucco per capire se l’anguria che abbiamo visto al mercato sia buona o meno, scopriamolo insieme.

L’anguria più buona del mercato sul nostro tavolo grazie a questo trucco

Prima cosa da fare se si vuol riuscire nell’intento è quella di esaminare le zone di colore biancastro presenti sulla buccia.

Se questa colorazione si mostra essere tendente all’arancione o al giallo, allora il sapore al suo interno sarà quasi sicuramente molto buono.

Perché ci sono questi aloni? Essi sono stati lasciati dal contatto del frutto con la terra, dove è rimasto appoggiato.

Altri trucchi per l’anguria più buona

C’è da dire che non sempre una scorza liscia e priva di segni indica una anguria eccellente, anzi, se ci sono delle cicatrici è una gran bella cosa.

Esse indicano il fatto che ci siano state delle api su di esse che hanno impollinato il fiore prima della maturazione, il che è buono dato che le api sono particolarmente abili nello scegliere cosa può essere più buono di altro.

Pochi, o forse nessuno lo sa, ma esistono delle angurie maschio e delle angurie femmina, in base alla loro forma. Un anguria è maschio se si mostra più allungata, mentre è femmina se è più rotondeggiante.

Altra cosa importante da sapere è che i ‘maschi’ sono più acquosi, mentre le ‘femmine’ più dolci.

Un ultimo aiuto sta nel fatto di fare attenzione alla coda del frutto. In realtà non è una cosa, ma una protuberanza all’estremità che se presente o meno indica il grado di maturazione dello stesso.

L’anguria è buona se la coda risulta legnosa e marrone, perché è maturata al punto giusto. Se tale estremità è invece verde, allora il melone non è ancora pronto.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.