Come aumentare una pensione troppo bassa: ecco tutti i modi

Se si percepisce una pensione troppo basse ci sono metodi per alzare l’assegno, ecco come.

Se la pensione liquidata appare troppo bassa dobbiamo iniziare a porci qualche domanda: i calcoli effettuati sono giusti? Ho contributi versati in altre gestioni previdenziali? Posso continuare a lavorare ottenendo un supplemento di pensione? Ho diritto all’integrazione al trattamento minimo o alla quattordicesima mensilità?

Le possibilità di aumentare una pensione troppo bassa ci sono e cercheremo di elencarle brevemente in questo articolo per poi approfondirle con articoli specifici.

 

Pensione troppo bassa: integrazione al trattamento minimo

Se la pensione è più bassa di 507,42 euro si può chiedere l’integrazione al trattamento minimo della tua pensione, si tratta dell’aumento dell’importo della pensione fino a una soglia stabilita dalla legge anno per anno che per il 2018 è, appunto, di 507,42 euro per 13 mensilità.

Non tutte le pensioni sono integrabili al minimo e per quelle integrabili è necessario rispettare determinati requisiti.

Per i divorziati e separati i requisiti il diritto all’integrazione al minimo è

  • in misura massima, per redditi annui non superiore a 6.596,46 euro;
  • in misura parziale, per redditi annui compresi tra 6.596,46 euro, sino a 13.192,92 euro (cioè fino a un doppio volte il trattamento minimo annuo).

Per coloro che sono sposati, invece, per il diritto va considerato anche il reddito del coniuge e non si deve superare:

  • piena, il reddito annuo complessivo del coniuge non supera 19.789,38 euro ed il reddito del pensionato non supera i 6.596,46 euro;
  • reddito del coniuge superiore a 19.789,38 euro, ma non supera i 26.385,84 euro  e il reddito del pensionato non supera i 13.192,92 euro ( deve essere applicato un doppio confronto, tra limite personale e coniugale: l’integrazione applicata è pari all’importo minore risultante dal doppio confronto).

L’integrazione al minimo non è prevista per le pensioni calcolate interamente con il sistema contributivo.

 

Aumentare la pensione con l’integrazione sociale e incremento al milione

Per chi ha compiuto i 60 anni vi può essere il diritto alla maggiorazione sociale che è pari a :

  • 25,83 euro al mese per coloro che hanno dai 60 ai 64 anni;
  • 82,64 euro al mese per chi ha un’età tra i 65 ei 69 anni.

L’incremento al milione, invece, spetta solo a chi ha compiuto almeno 70 anni e può essere una prestazione fino a 643,86 euro mensili.

Chi ha diritto alla maggiorazione al milione? Se il pensionato non è coniugato e il Suo limite di Reddito non Supera il  trattamento minimo , pari a  507,42 euro mensili  e  6.596,46 euro annui  (Considerando 13 mensilità; i values si riferiscono all’anno 2018) ha diritto alla maggiorazione sociale o (sussistendone i requisiti) all’incremento al milione in  misura intera  (se percepisce anche la quattordicesima, l’incremento si abbassa di conseguenza).

La maggiorazione sociale e l’incremento sono riconosciuti in misura parziale se

  • per chi percepisce la sola  maggiorazione sociale , se non supera:
  •  
    • 6.932,25 euro annui di reddito, se ha da 60 a 64 anni;
    • 7.670,78 euro annui di reddito, se ha da 65 a 69 anni;
  • per chi percepisce l ‘ incremento della maggiorazione sociale , se non supera 8.370,18 euro di reddito annuo.

Aumentare la pensione con la quattordicesima mensilità

La quattordicesima mensilità è un contributo erogato una volta l’anno ai pensionati con redditi medio bassi. Per approfondimenti vi rimandiamo all’articolo: Pensioni e quattordicesima 2018: a chi spetta e a quanto ammonta

Supplemento da pensione

Il pensionato può scegliere di continuare a lavorare aggiungendo un importo in aggiunta alla pensione in base ai nuovi contributi versati. Il supplemento, però, può essere richiesto dopo 5 anni dalla decorrenza della pensione o dopo 2 anni dalla decorrenza della pensione di vecchiaia.

Ricalcolo pensione

Come abbiamo detto non è improbabile che i calcoli per la pensione sian giusti: alcuni contributi, per esempio, possono non essere stati considerati. In questo caso è utile chiedere un ricalcolo della pensione.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.