Come comportarsi quando nasce un bambino

Sembrerà banale, ma esistono delle regole di comportamento da seguire quando viene alla luce un bambino, indirizzate soprattutto ad amici e parenti.

Non c’è gioia più grande della nascita di un nuovo essere umano, capace di cambiare per sempre la vita non solo dei suoi genitori, ma di tutti quelli che gli stanno attorno. Infatti, questo articolo è più consigliato per amici e parenti che si recano a casa del bambino appena nato, piuttosto che per i neo-genitori. Semplici consigli che, se rispettati, possono davvero fare tanto. Molto spesso capita che quando viene alla luce un bambino, amici e parenti non sempre si comportano nel modo appropriato. Alcuni, addirittura interferiscono in questioni private, altri fanno troppo baccano e senza saperlo, le loro azioni avranno delle conseguenze negli anni a venire.

Non essere invadenti

Purtroppo, questo è un errore che commette veramente troppa gente. Per carità, ogni consiglio è ben accetto, ma solo se è richiesto. Non è essere delle cattive persone, ma è giusto che la neo famiglia andatasi a creare, debba avere delle sue regole, debba trovare il modo di affrontare e gestire da sola le varie tappe a cui andranno in contro. Non servono a nulla giudizi e critiche oppure paragoni con i propri figli, anche perché ogni bambino è diverso dall’altro. Mai essere invadenti e permettere alla famiglia di avere un proprio equilibrio, che sarà poi fondamentale per la vita che verrà. Senza dimenticare il fatto che questo porterebbe i neo genitori a dubitare di loro stessi e magari non sentirsi all’altezza.

Prestare aiuto alla mamma

Sembrerebbe banale e scontato, ma molto spesso le neo mamme cercano davvero un aiuto concreto, cosa che però sfuma in chiacchiere e promesse non mantenute. E’ bene, quindi, stare accanto alla madre, aiutarla nelle faccende di casa, nel sistemare le cose, soprattutto nei primi giorni della nascita del piccolo, quando la casa inizia ad essere piena di persone. Mostrare affetto e comprensione, mettersi nei panni della mamma, non buttarla giù ma nemmeno fare tutto facile, sono piccole cose che davvero aiutano.

Ragionare

Quello che non molti sanno è che la fase che segue la nascita di un bambino è una fase molto delicata sotto tutti i punti di vista, da quello psicologico a quello fisiologico. Evitate quindi commenti sull’aspetto fisico della madre, sulla gravidanza, sul piccolo appena nato, anche se sono commenti lievi e scherzosi, possono infastidire moltissimo in una fase così delicata.

Esiste anche un padre

E’ vero che chi ha sofferto di più per nove mesi e durante il parto è la mamma, ma non è da sottovalutare anche lo stato d’animo del padre. Quindi, è consigliabile stare accanto al padre del bambino appena nato, che sicuramente avrà anche lui i suoi motivi per essere stanco. E’ bene essere utili in modo pratico e farlo sfogare.

Attenzione al neonato

Vedere un piccolo essere agitare le mini manine ed i mini piedini è una cosa che fa rallegrare il cuore di amici e parenti. Però anche qui bisogna essere educati: dato che il bambino è nuovo a questa condizione in cui si trova, è bene dargli il giusto tempo per abituarsi. Nel concreto non svegliatelo all’improvviso, non baciatelo, lavatevi le mani prima di prenderlo e soprattutto chiedete sempre il permesso alla madre prima di fare tutto ciò. Inoltre, ricordatevi di avvisare prima di arrivare a casa del neonato.

leggi anche : Ecco alcuni miti da sfatare che riguardano il reggiseno


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook – Twitter – Gnews – Telegram – Instragram – Pinterest – Youtube – contattaci su WhatsApp al nuovo numero 3516559380 - inserisci questo numero in rubrica e inviaci il seguente messaggio tramite WhatsApp: "notizie", ti risponderemo il prima possibile.

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.