Come consumare meno con la caldaia: consigli per affrontare l'inverno

Le spese per il riscaldamento impattano tanto sulle famiglie eppure basta rendere tutto più efficiente per risparmiare sulla bolletta.

L’inverno è oramai alle porte e il peggior incubo di ogni italiano è quello di essere costretto a spendere tantissimi soldi per il riscaldamento. Le spese per la caldaia, infatti, sono l’incubo dell’inverno. Del resto per risparmiare sul costo del riscaldamento c’è un solo modo….tenere la caldaia spenta. Ovviamente questa è una soluzione estrema che puoi tranquillamente evitare se agisci per tempo (ossia quando ancora non è arrivato il freddo) adottando una serie di suggerimenti che ti possono permettere di risparmiare sul costo della caldaia. 

Attenzione perché non ti sto parlando di consigli per sentito dire ma di buone pratiche per affrontare il freddo dell’inverno con una caldaia efficiente perché capace di consumare meno. 

Come spiega il sito Taglialabolletta.it, portale specializzato nella ricerca di soluzioni per poter risparmiare sulle bollette dell’energia e delle spese per le telecomunicazioni, il risparmio sui costi per il riscaldamento passa dal miglioramento delle performance della caldaia. 

In generale le caldaie a condensazione sono migliori delle caldaie tradizionali. Il principio alla base del funzionamento della caldaia a condensazione è molto semplice: gli strumenti a condensazione recuperano il calore che viene disperso e lo riutilizzano nel riscaldamento. E’ inutile negare che una caldaia a condensazione ti viene a costare di più di una normale. La differenza tra i due prodotti è notevole visto che le caldaie tradizionali possono arrivare a costare anche il 40% di meno rispetto ai modelli a condensazione. Vero è che sul costo finale ha un impatto non indifferente il luogo in cui si trova la tua casa perché, come mettono in evidenza gli esperti di Taglialabolletta.it, un installatore di Roma o di Milano costa di meno rispetto ad un installatore che opera in un paese di provincia. Tuttavia, è innegabile che la caldaia a condensazione costi di più rispetto a quella tradizionale. Un elemento che ti suggerisco di tenere in considerazione è l’ammortamento. Puoi ammortizzare la spesa per la caldaia a condensazione nel giro di pochi anni perché essa rende almeno in 30% in più rispetto ad un modello di caldaia tradizionale. In pratica sostituire la caldaia tradizionale con un modello a condensazione è un investimento sul futuro. 

La sostituzione della caldaia, per quanto importante, non è la sola strada da seguire per affrontare il freddo consumando meno. Come messo in evidenza in un vademecum redatto dall’Unione Nazionale Consumatori è necessario che la stessa abitazione sia ben isolata dal punto di vista termico. Sono quindi indispensabili gli infissi con il vetro doppio. Addirittura, in termini di importanza, i serramenti battono anche le mura della casa. 

Laddove non ti è possibile cambiare gli infissi, allora un aiuto può arrivarti dalle valvole termostatiche. Queste ultime, obbligatorie per legge, regolano l’afflusso di acqua calda in ogni termosifone della tua casa in base alla temperatura scelta. La valvola si chiude progressivamente man mano che la temperatura della stanza arriva a quella desiderata e l’acqua viene inviata agli altri termosifoni della tua casa. Nonostante in tanti pensino che le valvole termostatiche siano solo un impiccio, in realtà esse sono ti possono aiutare per affrontare l’inverno consumando di meno.

Caldaia a condensazione, infissi isolati termicamente e valvole termostatiche sono quindi le tre strade da seguire se vuoi risparmiare sulle spese per il riscaldamento della tua casa. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Redazione

Notizie scritte dalla redazione di cronaca, notizie, salute, viaggi, gastronomia e musica di NotizieOra.