Come lasciare il lavoro per avere diritto alla Naspi?

Spetta l’indennità di disoccupazione nel caso si presentino dimissioni volontarie? Vediamo in quali casi.

Per i lavoratori che perdono il lavoro involontariamente o nel caso che si dimettano per giusta causa, esiste il diritto all’indennità di disoccupazione grazie alla Naspi che viene corrisposta per la meta delle settimane di contributi accreditati nei 4 anni precedenti alla perdita del lavoro. Il massimo di fruizione della Naspi, quindi, è di 24 mesi. Ma, come abbiamo detto poc’anzi, il diritto spetta solo in determinate circostanze.

Naspi e dimissioni

Un nostro lettore ci chiede: Per avere diritto alla Naspi come mi posso licenziare?

La Naspi, quindi, spetta soltanto quando la perdita del lavoro è involontaria per aiutare il lavoratore nel periodo che intercorre tra un rapporto di lavoro e l’altro. In caso di dimissioni (sempre volontarie), quindi, la Naspi non può essere richiesta poichè la perdita del rapporto di lavoro non è involontaria.

L’unico caso in cui la Naspi è dovuta in caso di dimissioni è quando il lavoratore si dimette per giusta causa (ad esempio se non gli viene corrisposto le stipendio da diversi mesi o se, per ipotesi, è vittima di mobbing sul posto di lavoro…).

Non esiste, quindi,un modo in cui dimettersi per ricevere l’indennità di disoccupazione poichè se la perdita del lavoro non è volontaria da parte del dipendente l’indennità non spetta. Le spetterebbe, al contrario, se a licenziarla fosse il suo datore di lavoro.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.