Come mantenere l’abbronzatura più a lungo

Dopo il periodo estivo dove abbiamo passato il nostro tempo, ore e ore sotto il sole a prendere solo i raggi buoni per l’abbronzatura, ecco alcuni consigli.

Dopo il periodo estivo dove abbiamo passato il nostro tempo, ore e ore sotto il sole a prendere solo i raggi buoni e a scegliere la protezione solare più adeguata. Adesso, guardi il tuo aspetto ambrato che ti fa vedere in salute e sexy, ma presto inizierai a vedere il tuo solito pallore invernale e ti viene il magone solo a pensarci.

Dopo le vacanze, come mantenere più a lungo la tintarella?

Al ritorno delle vacanze ci sono alcuni soggetti che si preoccupano di come mantenere più a lungo la loro tintarella, il trucco è giocare da anticipo. Il primo accorgimento è quello che quando si prende il sole bisogna farlo gradatamente e con la foto-protezione, questo permetterà ai melanociti di produrre melanina che durerà più a lungo. Le prime esposizioni, causeranno solo un’ossidazione della melanina presente, motivo per cui il colorito scuro durerà solo per qualche ora. La vera abbronzatura comparirà dopo vari giorni di esposizione, grazie ad un aumento dei melanociti e della produzione di melanina, che la renderà più durevole.

Come si può essere aiutati per mantenere l’abbronzatura con gli alimenti?

L’idratazione vera inizia a tavola, e per mantenere più a lungo l’abbronzatura bisogna puntare sull’alimentazione, in particolare su frutta e verdura, ricchissimi di vitamina A, C e licopene sono: arance, carote, albicocche, pomodori, melone, anguria e peperoni, quindi ben vengano frullati e centrifughe. Un piccolo segreto è quello di assumere l’olio di borragine, ricco di omega 6, potente antiossidante capace di contrastare l’invecchiamento cutaneo, fate attenzione però, va preso solo dietro controllo medico. Da sfatare invece il mito del betacarotene, fa bene in quanto antiossidante prendendolo in quantità moderata, ma non aumenta l’abbronzatura, deve essere vietato ai fumatori perché aumenta l’incidenza di cancro al polmone.

Per far durare di più la tintarella bisogna tenere sempre la pelle idratata, preferibilmente con una crema da applicare con costanza, ottime quelle ricche di acido ialuronico e collagene, così da creare una pellicola protettiva in grado di mantenere grandi quantità di acqua in superficie. I nemici dell’abbronzatura sono i profumi, tendono a seccare la pelle e danneggiano la tintarella, meglio usare acque profumate senza alcol. Altro nemico è l’aria condizionata, secca la pelle, la disidratata e ne danneggia il colorito schiarendolo.

Occhi e labbra: le tendenze della stagione in arrivo


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp