Come rinnovare l’appartamento approfittando degli sconti del Fisco

Quando si eseguono dei lavori in un appartamento, si inizia dalle opere di sicurezza e, si finisce con l’acquisto di mobili ed elettrodomestici. Ecco, quando si può ottenere la detrazione del 50%.

L’allestimento della casa resta sempre una nota dolente, spesso, nasce l’esigenza di cambiare il divano, il letto, la sala da pranzo. Insomma, qualsiasi sia il motivo, il rinnovamento della casa è fondamentale, anche, come fonte di benessere esistenziale. Ecco, allora alcuni piccoli consigli da tener presente, se si intende cambiare l’arredamento fruendo degli sconti del Fisco.

Prima di eseguire i lavori in un appartamento, spesso, si progetta l’opera su cui si intende realizzare il progetto di rinnovamento. Solitamente, si parte dalla sicurezza dell’immobile con la sostituzione di porte e infissi, per finire con l’acquisto di mobili ed elettrodomestici. Si inizia nel pensare di cambiare l’allestimento interno dell’abitazione con l’acquisto di elettrodomestici all’avanguardia di classe doppia A+. Poi, si progetta la sostituzione dell’impianto elettrico, con l’istallazione di un videocitofono, telecamere e sistemi di sicurezza adeguati all’esigenza. In men che non si dica, la ristrutturazione della casa è già iniziata.  Non tutti (forse) sanno che gran parte di queste opere danno accesso alla detrazione del 50%, quindi, si può pianificare il rinnovamento della casa sfruttando tutte le agevolazioni fiscali.

Detrazione del 50% per rinnovare l’appartamento con l’acquisto di mobili ed elettrodomestici

Accedendo al bonus mobili si può beneficiare della detrazione pari al 50% sul totale delle spese realmente sopportate fino alla data del 31 dicembre 2020. Pariamo, ad esempio, dell’acquisto dell’armadio, delle lampade o sistemi d’illuminazioni, materassi ecc. Mentre, per quanto riguarda l’acquisto dei nuovi elettrodomestici, per rientrare nell’agevolazione è importate che la classe energetica parti da A+, rispettando questa casistica indicata dall’Agenzia delle Entrate, si può optare per l’acquisto di un frigorifero, lavastoviglie, forno ecc.

Rientrano, nell’agevolazione della detrazione del 50%, anche le stufe elettriche, ventilatori, condizionatori ecc. Inclusa, nel beneficio del bonus mobili anche tutti i costi legati al trasporto e montaggio, la norma fa riferimento sempre ai nuovi acquisti. Il tesso della spesa, per il bonus mobile è pari a 10mila euro, la somma va suddivisa in 10 rate annuali, ognuna del medesimo importo.

Come richiedere il Bonus mobili?

Per accedere alle agevolazioni previste nel bonus mobili è necessario che il richiedente rispetti determinati criteri e condizioni, quali:

  • è importante che l’acquisto di mobili ed elettrodomestici sia riconducibile ai lavori di ristrutturazione edilizia relativa all’immobile oggetto di ammodernamento e, per il quale, si richiede la detrazione fiscale del 50%;
  • i lavori relativi alla ristrutturazione dell’immobile, devono riportare una data d’inizio opera del 2019;
  • è importante che l’acquisto dei mobili ed elettrodomestici avvenga in una fase temporale successiva ai lavori di ristrutturazione.

Tutti i lavori sia di ristrutturazione edilizia che dell’acquisto di mobili ed elettrodomestici devono essere eseguite dallo stesso soggetto, non sarà corrisposta la detrazione del 50%,  in presenza di una situazione in cui compaiono due figure una per il rifacimento e, l’altra per l’acquisto dei mobili o elettrodomestici.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Antonella Tortora

Analista Contabile, collaborato con diversi quotidiani online. Adoro scrivere, ogni notizia è degna di essere vissuta, raccontata, con cuore, emozione, passione. Raccontarle serve a renderle uniche, se non raccontate finirebbero nel labirinto del dimenticatoio. Resta un'unica verità ogni storia incorpora una piccola parte di me, che emerge in un angolino nascosto. Citazione preferita: “Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.” Albert Einstein