Come risparmiare eliminando le cattive abitudini e raddoppiare i risparmi

COme riuscire ad accantonare ogni mese una parte del proprio stipendio senza che questo pesi sull’economia familiare.

James Clear nel suo libro Atomic Habits afferma che se rendiamo le cattive abitudini difficili da praticare sarà più difficile metterle in pratica e di contro se rendiamo automatiche le buone abitudini potranno essere fatte nel tempo senza sforzo.

Ma come si applica tutto questo al risparmio?

Mettere da parte soldi non è facile, soprattutto in tempi di crisi, ma sicuramente non è impossibile.

Come accantonare risparmi con meno fatica

Se dobbiamo, ogni volta che riceviamo lo stipendio prenderne una quota e metterla da parte non sempre sarà possibile: nel momento dell’accantono, infatti, si può pensare “ma questo mese ho le bollette da pagare, la rata della macchina ecc..”. A questo punto quello che generalmente si pensa è di aspettare fine mese e accontare la parte dello stipendio che avanza.

Amaramente, però, ci si ritroverà con lo stipendio finito e nulla accantonato.

Come fare, quindi, per riuscire a mettere via parte dello stipendio senza che questo pesi sulle nostre finanze mensili?

Seguendo il consiglio di James Clear, dobbiamo rendere difficile spendere la quota di stipendio che intendiamo mettere via, e dobbiamo allo stesso tempo rendere semplice l’accantonamento (perchè se ci si deve pensare troppo si troverà sempre un pretesto per rimandare).

Una possibilità per accantonare una cifra fissa mensile è quella di dirottare automaticamente la quota di stipendio che vogliamo mettere via su un libretto di risparmio tenuto in un istituto di credito diverso da quello in cui si ha il conto corrente.

In questo modo, in caso di bisogno, i soldi saranno comunque a disposizione ma utilizzarli diventerà più difficile (bisognerà andarli a prelevare dal libretto di risparmio poichè non sono disponibili sul conto corrente).

Questo farà si che avendo a disposizione solo la quota di stipendio che si può utilizzare prima o poi si inizierà a far conto solo su questa lasciando, di conseguenza, la parte accantonata sul libretto di risparmio a crescere, pian piano nel corso dei mesi.

Come rendere automatico l’accantonamento?

E’ possibile aprire un libretto di risparmio presso un istituto di credito bancario o postale e associarlo all’IBAN del proprio conto corrente. Dal proprio conto corrente, poi, è possibile impostare un bonifico automatico, tutti i mesi (supponiamo di prendere lo stipendio il 10, si può predisporre il bonifico automatico il 12 per stare sicuri) , verso il libretto di risparmio decidendo di spostare sempre la cifra XXX. In questo modo, non dovendo ogni mese fare fisicamente il bonifico, i soldi confluiranno sul libretto di risparmio senza che ce ne accorgiamo lasciando disponibile per l’uso mensile solo la cifra che avremo stabilito. Ovviamente nello stabilire la parte da accantonare bisogna essere abbastanza realisti e calcolare quanto effettivamente ci serve per arrivare allo stipendio successivo. 

In questo modo, avendo meno soldi a disposizione sul conto corrente le spese superflue saranno enormemente limitare.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.