Come sbloccare il pin Inps per accedere alla Naspi, estratto contributivo e tutte le prestazioni

Il Pin Inps permette di registrarsi sul portale per compiere operazione e verifiche, cosa fare in caso di smarrimento? Ecco due semplici passaggi

Il Pin Inps permette di registrarsi sul portale per compiere operazione e verifiche sulla propria posizione assistenziale e assicurativa. L’Inps fornice attraverso il suo portale innumerevoli servizi: domanda ANF; Naspi; bonus bebè; consultazione Estratto contributivo; ecc. Abbiamo elaborato una guida per come fare richiesta del Pin, è possibile leggerla qui: Come chiedere il Pin Inps e tenere sotto controllo la situazione contributiva

Sblocco Pin Inps

Un lettore ci chiede: La contatto per sapere come sbloccare il codice fiscale INPS perché mi hanno bloccato la naspi  ho fatto la domanda il 26 02 2018. Potete fare qualcosa riguardo quello che ho scritto precedente

Se non ricorda più il Pin per accedere al portale Inps o si è smarrito, ci sono due funzioni: una permette di ripristinarlo e un’altra permette di chiederne uno nuovo mediante revoca.

Per il ripristino: usa la funzione “Ripristina PIN”: per identificarti, inserisci codice fiscale e due recapiti forniti nella richiesta del PIN o aggiornati successivamente.

I primi otto caratteri del PIN iniziale ti sono inviati a un recapito e i secondi all’altro.

Digita qui: Ripristina PIN

Per la revoca: Se non hai fornito i recapiti per il ripristino, prendi la tua tessera sanitaria e usa la funzione “Revoca PIN”. Potrai quindi chiedere un nuovo PIN.

Digita qui: Revoca PIN

Naspi bloccata

Sono tanti i motivi del blocco della Naspi, dopo aver recuperato i Pin Inps, potrà leggere le motivazione del blocco. Di solito viene sospesa nei seguenti casi:

  • rioccupazione con contratto di lavoro subordinato di durata non superiore a sei mesi. L’indennità è sospesa d’ufficio per la durata del rapporto di lavoro sulla base delle comunicazioni obbligatorie, salvo che il beneficiario della prestazione non effettui la comunicazione del reddito annuo presunto ai fini del cumulo e sempre che il reddito sia inferiore a 8.000 euro;
  • nuova occupazione in paesi dell’UE o con cui l’Italia ha stipulato convenzioni bilaterali in tema di assicurazione contro la disoccupazione o in paesi extracomunitari (vedi sezione a seguire dedicata al lavoro all’estero).

Dalle esperienze dei nostri lettori, a volte viene bloccata o sospesa, solo per futili motivi. Se si posseggono i requisiti e l’ente, non sbocca l’indennità, per far valere i propri diritti è possibile inviare una diffida, avvalorando la propria tesi e i propri diritti. Abbiamo redatto un fac simile da modificare in base all’esigenza.

Ti potrebbe interessare: Indennità Naspi bloccata o sospesa, come inviare diffida all’INPS (modulo)


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Angelina Tortora

Proprietaria, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”