Come scegliere il conto deposito per i tuoi risparmi

Il conto deposito è un conto personale all’interno che permette di conservare una certa somma di denaro, analizziamo le varie caratteristiche.

Il conto deposito è un conto personale all’interno del quale viene versata una certa somma di denaro che viene custodita fin quando l’intestatario lo desidera. Vi è un termine massimo oltre cui la somma verrà restituita al cliente insieme agli eventuali interessi maturati nel corso del tempo. Questa soluzione è particolarmente utile a coloro che desiderano compiere degli investimenti ma non vogliono osare troppo; la sostanziale differenza tra il conto deposito e le obbligazioni consiste nel fatto che per quanto riguarda queste ultime, il cliente è chiamato a monitorarne l’andamento giorno dopo giorno, mentre con il conto deposito ciò non è necessario.

Grazie a questo strumento si possono tutelare i propri investimenti senza il timore di monitorarli assiduamente poichè sarà l’ente predisposto ad occuparsene.

La caratteristica principale di questo tipo di conto sta nel fatto che il capitale che viene depositato non può decrescere ma piuttosto esso è soggetto ad incremento, considerando gli eventuali interessi che si possono guadagnare da esso.

Perché scegliere il conto deposito?

Dunque se si è alla ricerca di una valida soluzione per custodire i propri risparmi in modo semplice e pratico, il conto deposito è lo strumento perfetto. Esso è molto semplice da aprire e da gestire e non richiede alcun costo ed inoltre i rischi di tale conto sono molto bassi.

A tal proposito un conto deposito viene considerato uno strumento finanziario valido e sicuro ed il suo livello di sicurezza e attendibilità dipende dall’ente finanziario che lo propone. In ogni caso, il conto finanziario può essere considerato alla stregua di un conto corrente all’interno del quale inserire i propri risparmi affinché maturino con calma ed in totale sicurezza.

Come scegliere il miglior conto deposito? La sicurezza

Dopo aver compreso cosa sia un conto deposito e come esso funzioni viene proposta di seguito una guida che aiuta gli interessati a raccogliere le giuste informazioni in merito alle prerogative che rendono un conto deposito uno strumento sicuro e conveniente.

La prima variabile da considerare è la sicurezza; affinché un conto deposito sia efficiente è necessario informarsi in merito alla qualità dell’ente finanziario che lo emette e sulla sua capacità di gestione dei rischi.

La sicurezza di un conto deposito è infatti una prerogativa imprescindibile senza la quale tale strumento finanziario non ha senso di esistere.

Generalmente per coloro che investono oltre 100 mila euro vengono predisposte delle ulteriori tutele, in modo tale che se si dovesse rischiare la bancarotta il cliente non sarebbe colpito da danni copiosi.

In questo caso viene riconosciuto il fondo interbancario di tutela dei depositi che anche in casi più rischiosi si preoccupa di tutelare i clienti.

Se desideri approfondire l’argomento puoi leggere l’articolo sui migliori conti deposito di BanksAbout.

Guida alla scelta: i tassi di rendimento

Dopo aver compiuto eventuali verifiche in merito alla sicurezza e all’affidabilità di un conto deposito si può passare ad analizzare i tassi di rendimento che rappresentano un ulteriore elemento utile per valutare la qualità del conto deposito.

A tal proposito è importante analizzare con cura quale sia la situazione più redditizia per il cliente, tenendo conto della fiscalità e dell’imposta di bollo.

L’imposta di bollo, secondo quanto sancisce il sistema finanziario italiano, è una marca da bollo che viene applicata sulla presentazione di determinati documenti. Una volta chiarito cosa essa sia è importante valutare come sia calcolato in merito alle varie casistiche; nel caso di conto attivato dal 31 dicembre, tale bollo è dello 0,20% del capitale, mentre nel caso in cui il conto venga chiuso prima del 31 dicembre dello stesso anno l’imposta di bollo sarà pari ad 1 euro.

Quindi secondo quanto appena detto è importante considerare il fattore rendimento così da essere certi di affidarsi ad uno strumento in grado di implementare i propri guadagni e accrescerli.

L’importanza delle tempistiche

Quando si è alla ricerca di un buon conto deposito è necessario considerare anche la variabile temporale poiché è importante conoscere le diverse opzioni in base al tempo che il cliente ha a disposizione.

Ciò fa riferimento al fatto che quando si sceglie una proposta di conto deposito piuttosto che un’altra si deve valutare preventivamente quanto tempo il capitale potrà essere lasciato sul conto senza essere toccato dal cliente.

A tal proposito si potrà scegliere tra diverse proposte: un conto bancario con vincolo di 3 mesi, con vincolo di 6 mesi, o con vincolo di 12 mesi. Detto ciò, in base alle proprie esigenze si potrà compiere la scelta più conveniente affidandosi allo strumento più congruo alle proprie necessità.

Vari tipi di conti: liberi e vincolanti

C’è un’ultima cosa importante da sapere prima di procedere con la scelta di un determinato conto deposito; i conti si distinguono tra conti con deposito vincolato e conti liberi.

Il primo tipo non forniscono alcun interesse nel caso in cui si richieda un rimborso anticipato, mentre i conti liberi restituiscono in forma parziale o totale gli interessi maturati fino alla cessazione del vincolo.

Grazie a queste informazioni si potrà procedere con una scelta accorta e sicura dopo aver valutato con estrema attenzione tutte le variabili sopra indicate.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube

Redazione

Notizie scritte dalla redazione di cronaca, notizie, salute, viaggi, gastronomia e musica di NotizieOra.