Commercialisti, AIDC: “Ennesima revisione istruzioni modelli ISA in spregio dei diritti dei contribuenti”

L’Associazione Italiana Dottori Commercialisti contesta la mancata conoscenza preventiva e tempestiva dei contenuti delle denunce fiscali

Roma, 30 novembre 2019 – “Ieri, 29 novembre 2019, a due giorni dal termine di scadenza per l’invio delle dichiarazioni, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato l’ennesima revisione delle istruzioni dei modelli ISA, in spregio evidente dei diritti di tutti i contribuenti alla conoscenza preventiva e tempestiva dei contenuti delle denunce fiscali, oltre che dei professionisti che li assistono”. È quanto afferma l’Associazione Italiana Dottori Commercialisti (AIDC) in merito all’ulteriore revisione della modulistica pubblicata fuori tempo massimo dall’AdE relativamente agli indici sintetici di affidabilità 2019. “Ogni considerazione a questo punto è superflua. Le regole evidentemente non valgono per l’amministrazione finanziaria. Ogni azione le può essere impunemente consentita. Altro che scudo penale”, conclude la nota Aidc.

UFFICIO STAMPA AIDC
Associazione Italiana Dottori Commercialisti
Sede operativa Via Fontana 1 – 20122 Milano


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”