Con Poste Italiane vinci un iPhone 11, l’ultima truffa

L’ultima truffa che gira sul web sfrutta il nome di Poste Italiane e indice un concorso fasullo con la quale è possibile vincere un iPhone 11.

I truffatori non trovano pace, non vanno mai in vacanza, ma sono sempre attivi e sempre al lavoro per creare nuovi progetti ai danni di altre persone. L’anno scorso ci sono state tantissime  truffe di qualsiasi tipo che avevano come scopo unico quello di svuotare il conto dei mal capitati. Anche quest’anno è iniziato con una truffa e prosegue con altrettante truffa. L’ultima non solo ha come vittime le persone fisiche, ma anche Poste Italiane. Che sia chiaro: Poste Italiane nulla a che fare con l’ultima truffa escogitata, piuttosto viene sfruttato il suo nome così da poter raggirare i clienti e svuotare il loro portafogli. Ma non è finita qui: un’altra vittima è il brand della Apple, in particolare l’immagine dell’iPhone. Una ricetta piena di elementi a cui stare attenti e che vi spieghiamo di seguito.

L’ultima truffa è ai danni di Poste Italiane e Apple

La situazione è questa: i truffatori usano come luogo di caccia i social, soprattutto Facebook.

Tali geni del male hanno realizzato una truffa ad hoc supportata anche da un annuncio che parla di un certo concorso.

L’esca è gettata e chi abbocca clicca sul link per saperne di più. Il messaggio che si va a leggere e che ci si trova davanti recita che Poste Italiane ha indetto un concorso rivolto ai suoi clienti, i quali potranno avere la possibilità di vincere un iPhone 11 Pro.

Poi, viene riportato un altro link fasullo che si presenta come finestra dove poterne sapere di più. Il link in questione viene camuffato con la scritta“Ricevi l’offerta”.

Insomma, di lì inizierà tutto un falso processo di iscrizione a tale concorso indetto da Poste Italiane ed è qui che i truffatori arrivano a ciò che vogliono: i nostri dati personali e tante altre informazioni.

Non sappiamo come verrano usate tali informazioni, ma possiamo certamente capire che non è nulla di buono e nulla a nostro vantaggio.

Per fortuna, la Polizia di Stato è intervenuta ed ha messo fine alla recita, ma questo che sia di insegnamento per prossimi eventi futuri simili.

 

Leggi anche:

Truffa Bonus 18enni, denaro in contante in cambio di una percentuale


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.