Con un esame del sangue si può prevedere la morte: cosa c’è di vero?

Con un esame del sangue si potrebbe prevedere la data della morte di una persona: lo studio.

Con un esame del sangue si potrebbe prevedere la data della morte di una persona, i ricercatori ci stanno lavorando, insieme a degli scienziati stanno studiando un possibile esame che mira a prevenire la data di una possibile morte. Il fatto però è questo: dobbiamo essere contenti per i progressi della medicina o dobbiamo preoccuparci perché così possiamo sapere subito quale sarà l’andatura della nostra vita? Diciamo che con lo studio fatto dai ricercatori, hanno creato un esame del sangue in grado di prevedere la morte, in particolare per stabilire quanto una persona possa essere vulnerabile ai principali fattori di rischio per la mortalità.

Su cosa si basa lo studio scientifico

Questo studio scientifico, che è ancora in via sperimentale, si basa su 14 biomarcatori presenti nel nostro sangue, tra cui il sesso della persona, l’immunità, i grassi in circolazione, l’infiammazione o il controllo del glucosio.

Si prevede che presto, un semplice prelievo di sangue potrebbe dare l’opportunità di dire se la persona morirà nei dieci anni a venire. I ricercatori hanno tuttavia specificato che era necessario continuare la ricerca prima di impostare un test clinico.

Sebbene questo studio dimostri che questo tipo di profilazione può essere utile, è necessario continuare a lavorare per sviluppare un punteggio individuale che potrebbe essere utile nelle situazioni di vita reale.

Donazioni di sangue: come sono considerate ai fini pensionistici


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube