Concorsi in Puglia: 73 assunzioni nel comune di Taranto, ecco i requisiti

Il Comune di Taranto ha bandito dei concorsi pubblici per assumere 73 figure professionali a tempo pieno e indeterminato. Ecco i requisiti per partecipare.

Il Comune di Taranto ha bandito dei concorsi pubblici per assumere 73 figure professionali a tempo pieno e indeterminato. I concorsi scadono il 12 dicembre. Ecco i requisiti per partecipare.

Concorsi nel Comune di Taranto: 73 assunzioni

Nuove assunzioni nel Comune di Taranto tramite concorsi pubblici. In tutto sono 4, ma l’Amministrazione tiene a precisare che 3 sono una riapertura di bandi pubblicati nella Gazzetta Ufficiale n. 49 del 21/6/2019.

I concorsi sono destinati a diplomati e laureati in materie tecniche ed economiche. Una quota dei posti è prevista per il personale interno e per i volontari delle Forze Armate.

Le 73 figure professionali, da assumere a tempo pieno e indeterminato, sono:

Requisiti per partecipare i concorsi

Possono partecipare ai concorsi, i candidati che hanno questi requisiti generali:

  • cittadinanza italiana o di uno dei Paesi dell’UE;
  • aver compiuto 18 anni di età;
  • idoneità psico-fisica all’impiego;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • assenza di destituzioni o dispensa dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
  • assenza di condanne penali, come specificato sui bandi;
  • per i soli candidati di sesso maschile: posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva.

Mentre, i requisiti specifici per ogni profilo, descritti nei singoli bandi, sono i seguenti:

  • Istruttore informatico amministrativo, cat. C: diploma di maturità di istituti tecnici del settore tecnologico ad indirizzo informatica e telecomunicazioni o titoli equipollenti; diploma di maturità integrato con una delle seguenti certificazioni informatiche: ECDL, Cisco, PEKIT, VMware, ITIL v2 Foundations, Microsoft Office Specialist, EIPASS.
  • Istruttore direttivo economico finanziario amministrativo, cat. D1: laurea triennale in Scienze dei servizi giuridici, Scienze politiche e delle relazioni internazionali, Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione; Scienze dell’economia e della gestione aziendale, Scienze economiche; laurea Magistrale in Giurisprudenza, Relazioni internazionali, Scienze politiche, Scienze dell’amministrazione, Scienze economico aziendali e/o titoli equipollenti;
  • Istruttore tecnico amministrativo, cat. C: diploma di geometra; perito edile; perito industriale in edilizia; tecnico costruzioni, ambiente e territorio.
  • Istruttore direttivo informatico amministrativo, cat. D1: laurea in Scienze e tecnologie informatiche; laurea specialistica o magistrale in Informatica, Sicurezza informatica, Ingegneria informatica, Tecniche e metodi per la società dell’informazione; titoli equipollenti.

Domanda e prove d’esame

Per partecipare ai concorsi, i candidati dovranno registrarsi e compilare la domanda per via telematica da inviare entro il 12 dicembre, data di scadenza della selezione.

Alla domanda, pena esclusione, dovrà essere allegata:

  • la fotocopia del documento di identità,
  • la ricevuta di pagamento della tassa di concorso di €10,00 da pagare secondo le modalità spiegate nel bando.

Inoltre, i partecipanti dovranno sostenere una o due prove scritte e una prova orale sulle materie indicate nei singoli bandi. L’amministrazione può, comunque, decidere di effettuare una prova di preselezione per ridurre il numero di candidati.

Tutte le altre informazioni su requisiti, data e sede delle prove d’esame sono contenute nei singoli bandi, che i candidati sono pregati di leggere attentamente.

Leggi anche: Concorso 616 operatori giudiziari: centri per l’impiego della Puglia sospende le selezioni


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp