Concorsi ministero della Giustizia: previste 3mila nuove assunzioni

Il decreto Rilancio pubblicato nella GU n. 128 del 19 maggio 2020 autorizza il ministero della Giustizia a pubblicare concorsi per un totale di 3mila posti.

Il decreto Rilancio, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.128 del 19 maggio nel Supplemento ordinario n. 21, autorizza il ministero della Giustizia a pubblicare, entro 90 giorni, vari concorsi. Vediamo quali sono.

Concorsi ministero della Giustizia: assunzioni indicate nell’art. 252

L’art. 252 del decreto legge del 19 maggio 2020 n. 34 (decreto Rilancio) stabilisce che il ministero della Giustizia può pubblicare nuovi concorsi “per assicurare il regolare svolgimento delle attività giudiziaria”.

Nello specifico le procedure concorsuali sono tre per un totale di circa 3mila posti di lavoro e riguardano l’assunzione di personale amministrativo non dirigenziale:

1)400 risorse saranno assunte con la qualifica di direttore in Area III/F3;

2)150 risorse saranno assunte con la qualifica di amministrativo in Area III/F1 per coprire le sedi vacanti nei distretti di Bologna, Brescia, Milano, Torino, Venezia;

3)2700 risorse saranno assunte con qualifica di cancelliere esperto in Area II/F3.

Le assunzioni per i suddetti posti avverranno tramite concorsi, per titoli ed esame orale, su base distrettuale secondo le indicazioni inserite negli articoli 247-249.

Requisiti per accedere ai concorsi

Per partecipare a questi concorsi, i requisiti specifici in possesso dei candidati sono:

a)laurea in giurisprudenza o titolo equipollente, per le qualifiche di direttore e amministrativi;

b)diploma di scuola secondaria di secondo grado (diploma di maturità) per la qualifica di cancelliere esperto.

Inoltre i candidati devono possedere anche uno dei seguenti titoli:

1)per qualifiche di direttore e amministrativi:

√esperienza di almeno 5 anni nella qualifica di funzionario giudiziario presso un’amministrazione giudiziaria;

√esperienza di almeno 5 anni come magistrato onorario;

√iscrizione all’albo professionale degli avvocati da almeno 5 anni consecutivi;

√attività come docente, anche come supplente, in materie giuridiche presso scuole secondarie di secondo grado, per almeno 5 anni scolastici;

√ricercatore da almeno 2 anni;

√prestato servizio per almeno 5 anni nelle forze di polizia nel ruolo di ispettore o superiore;

√dottorato di ricerca in materie giuridiche e svolto attività lavorativa per almeno 6 mesi presso una pubblica amministrazione;

2)qualifica di cancelliere esperto:

√esperienza di almeno tre anni di servizio nell’amministrazione giudiziaria;

√aver svolto, per almeno un anno, le funzioni di magistrato onorario;

√attività come docente, anche come supplente, in materie giuridiche presso scuole secondarie di secondo grado, per almeno 5 anni scolastici;

√iscrizione all’albo professionale degli avvocati da almeno 2 anni consecutivi;

√prestato servizio per almeno 5 anni nelle forze di polizia nel ruolo di ispettore o superiore.

Ovviamente i candidati devono essere anche in possesso dei requisiti generici per l’impiego nella pubblica amministrazione.

Per conoscere i concorsi e le offerte di lavoro attualmente in scadenza, vi consigliamo di consultare la nostra Categoria: Lavoro.

Modalità delle selezioni

Il comma 3 dell’art. 252, stabilisce, inoltre, alcune norme per lo svolgimento dei concorsi:

1)saranno svolti presso ciascun distretto giudiziario anche in modalità telematiche e decentrate;

2)i punteggi seguiranno questi criteri:

√anzianità di servizio o iscrizione in riferimento ai titoli di studio,

√votazione del titolo di studio e degli altri titoli accademici;

3)le commissione saranno scelte su base distrettuale;

4)i vincitori dovranno prestare servizio nella sede prescelta per un periodo non inferiore a 5 anni.

Infine, ma non meno importante, tra i criteri di valutazione si segnala anche il punteggio aggiuntivo per i coloro che hanno svolto il tirocinio presso gli uffici giudiziari.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp