Concorso Camera dei deputati per 50 assistenti parlamentari: ecco il bando

Concorso per 50 assistenti parlamentari della Camera dei deputati. Ecco tutte le informazioni per partecipare al bando.

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 9 del 31 gennaio 2020, un nuovo bando di concorso, per esami, per 50 assunzioni di Assistenti parlamentari della Camera dei deputati. Vediamo quali sono i requisiti e le modalità di partecipazione al concorso.

Concorso 50 assistenti parlamentari della Camera dei deputati: requisiti, modalità, scadenza

Per essere ammessi al concorso, è necessario possedere i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • età non superiore a 35 anni;
  • diploma di maturità;
  • idoneità fisica all’impiego;
  • godimento dei diritti politici;
  • assenza di condanne penali;

La domanda di partecipazione al concorso deve essere inviata, esclusivamente in modalità telematica, entro le ore 18 del 1° marzo 2020. L’applicazione telematica è disponibile all’indirizzo concorsi.camera.it. Per accedere alla domanda è necessario il possesso di una identità SPID, Sistema pubblico di identità digitale, che può essere richiesta sul sito spid.gov.it. Eventuali domande inviate in modalità diverse da quella descritta, non saranno prese in considerazione. Inoltre, per essere ammessi al concorso, sono tenuti a versare una tassa di concorso di 10 euro attraverso il sistema PagoPA.

Diario e prove d’esame

L’elenco dei candidati ammessi alle prove scritte e poi, se idonei, alle prove orali, sarà pubblicato sul sito concorsi.camere.it e questa pubblicazione costituirà notifica a tutti gli effetti di legge. I candidati che non abbiano ricevuto comunicazione di esclusione dal concorso, devono presentarsi, muniti di un valido documento di riconoscimento, nel giorno, nell’ora e nella sede indicata nella Gazzetta Ufficiale Concorsi ed esami del 7 aprile 2020. Tale avviso sarà pubblicato anche sul sito della Camera dei deputati, alla pagina concorsi.camera.it.

Gli esami consistono in:

  • una prova selettiva consistente in 60 quesiti a risposta multipla, di cui.
    • 40 quesiti: comprensione verbale, ragionamento verbale e critico verbale,
    • 20 quesiti: ragionamento numerico, deduttivo e critico numerico;
  • 3 prove scritte:
    • 2 costituite ognuna da un questionario con nove domande a risposta aperta sulle materie elencate nel bando,
    • 1 consistente in un questionario composta da domande a risposta multipla in lingua inglese per accertare le conoscenze della grammatica e della comprensione del testo;
  • una prova orale consistente in un colloquio sulle materie della prova scritta e sulla lettura e traduzione di un breve testo in lingua inglese. Inoltre, i candidati possono richiedere una prova facoltativo di altre due lingue straniere.

Per tutte le altre informazioni sul concorso, si rimanda alla lettura del bando integrale.

Leggi anche: Dimissioni Fioramonti, da Ministro ma non da parlamentare


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp