Concorso ministero della giustizia: in arrivo un bando per 150 assunzioni

Un bando di concorso per 150 assunzioni nel ministero della giustizia è in arrivo entro l’estate così come previsto dal decreto Rilancio. Ecco cosa sapere.

Come abbiamo annunciato alcuni giorni fa, il decreto Rilancio autorizza, entro tre mesi, il ministero della giustizia a pubblicare tre bandi di concorso. Nello specifico, i concorsi per: 400 posti direttore Area III/F3; 150 posti Area III/F3 amministrativi per le sedi vacanti degli uffici giudiziari di Bologna, Brescia, Milano, Torino, Venezia; 2700 posti per cancelliere esperto Area II/F3. In totale 3250 assunzioni.

Concorso Ministero della giustizia: 150 assunzioni per amministrativi

Nel decreto Rilancio (decreto legge n.34/2020) si parla dei bandi di concorso che il ministero della giustizia è autorizzato a bandire, entro 90 giorni dalla pubblicazione del decreto nella Gazzetta Ufficiale. Quindi, sapendo che il decreto è stato pubblicato in gazzetta il 19 maggio 2020 possiamo affermare che i concorsi nel ministero suddetto dovrebbero essere pubblicati ad agosto.

Il primo concorso di cui parliamo è quello riferito alla copertura di 150 posti per amministrativi da inserire nelle sedi vacanti degli uffici giudiziari di Bologna, Brescia, Milano, Torino, Venezia.

Requisiti

Nonostante il bando di concorso non è stato ancora pubblicato, possiamo conoscere sempre dal decreto i requisiti che i candidati devono possedere per partecipare alle selezioni.

Infatti, oltre ai requisiti generici che ogni partecipante ai concorsi pubblici deve possedere, quelli specifici sono:

a)laurea in giurisprudenza o titolo equipollente;

b)esperienza di almeno 5 anni nella qualifica di funzionario giudiziario presso un’amministrazione giudiziaria;

c)esperienza di almeno 5 anni come magistrato onorario;

d)iscrizione all’albo professionale degli avvocati da almeno 5 anni consecutivi;

e)attività come docente, anche come supplente, in materie giuridiche presso scuole secondarie di secondo grado, per almeno 5 anni scolastici;

f)ricercatore da almeno 2 anni;

g)prestato servizio per almeno 5 anni nelle forze di polizia nel ruolo di ispettore o superiore;

h)dottorato di ricerca in materie giuridiche e svolto attività lavorativa per almeno 6 mesi presso una pubblica amministrazione;

Modalità di selezione

Le prove d’esame saranno svolte secondo la nuova modalità presso ciascun distretto giudiziario, attraverso modalità telematiche. Anche le commissioni esaminatrici saranno scelte su base decentrata.

Infine i criteri di valutazione seguiranno questo ordine:

1)anzianità di servizio;

2)votazione dei titoli di studio;

3)punteggio aggiuntivo per coloro che hanno svolto tirocinio presso gli uffici giudiziari.

Importante ricordare che i vincitori dovranno prestare servizio nella sede prescelta per un periodo non inferiore a 5 anni.

Presentazione domanda di concorso

Gli interessati a questo concorso devono aspettare la pubblicazione del bando nella Gazzetta Ufficiale per poter inviare la domanda.

Nel frattempo per conoscere ai concorsi in scadenza e le offerte di lavoro attive, vi consigliamo di seguire la nostra Categoria: Lavoro.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp