Concorso MIUR: 2mila posti per Amministrativi e Direttori Servizi Generali

E’ stato emanato un bando di concorso per Direttori Servizi Generali e Amministrativi da parte del MIUR, ecco di seguito tutte le informazioni da conoscere.

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il nuovo bando di concorso DSGA volto a dare a lavoro a ben 2004 unità di personale.
La selezione prevede la valutazione per titoli ed esami, per la copertura di posti rimasti vacanti per gli a.s. 2018 – 2019, 2019 – 2020 e 2020 – 2021, nel profilo professionale di Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi (area D del personale ATAnei seguenti istituti e scuole: istruzione primaria e secondaria, istituzioni educative e istituti e scuole speciali statali, inclusi i centri provinciali per l’istruzione degli adulti.
L’espletamento di tale concorso è stato previsto dalla Legge di Bilancio 2018 ed è stato stabilito dal Comma 605 dell’Articolo 1 della Legge 27 dicembre 2017, n. 205.

I posti del concorso

Essi sono suddivisi su base regionale come così indicato:

• Abruzzo – n. 13 posti;
• Basilicata – n. 11 posti;
• Calabria – n. 33 posti;
• Campania – n. 160 posti;
• Emilia Romagna – n. 209 posti;
• Friuli Venezia Giulia (lingua italiana) – n. 64 posti;
• Friuli Venezia Giulia (lingua slovena) – n. 10 posti;
• Lazio – n. 162 posti;
• Liguria – n. 53 posti;
• Lombardia – n. 451 posti;
• Marche – n. 49 posti;
• Molise – n. 3 posti;
• Piemonte – n. 221 posti;
• Puglia – n. 29 posti;
• Sardegna – n. 45 posti;
• Sicilia – n. 75 posti;
• Toscana – n. 171 posti;
• Umbria – n. 45 posti;
• Veneto – n. 200 posti.

Inoltre, il 30% dei posti ,in ciascuna regione, è riservato al personale ATA di ruolo, in possesso dei requisiti richiesti per partecipare al concorso.
Inoltre, si prevede che i posti vacanti e disponibili presenti nelle Province di Trento e Bolzano, e nella Regione Valle d’Aosta, saranno coperti attraverso autonome procedure concorsuali. L’USR della Regione Friuli Venezia Giulia si occuperà di pubblicare un apposito bando per la copertura di ulteriori 10 posti nelle scuole con lingua di insegnamento slovena e con insegnamento bilingue sloveno italiano.

I requisiti

Per poter partecipare al concorso di Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi i candidati devono essere in possesso di una laurea in Giurisprudenza, Scienze Politiche Sociali e Amministrative, o Economia e Commercio, oppure di titoli equipollenti, secondo quanto previsto dalla tabella B allegata al CCNL relativo al personale del Comparto Scuola del 29 novembre 2007, e successive modificazioni.
Il concorso è rivolto anche agli Assistenti Amministrativi, anche se sprovvisti del titolo culturale necessario, che alla data del 1° gennaio 2018, hanno maturato almeno 3 interi anni, anche non continuativi, di servizio nelle mansioni di Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi, nell’arco degli 8 anni precedenti.

I requisiti generali:

– cittadinanza italiana o straniera;
– godimento dei diritti civili e politici;
– idoneità fisica;
– posizione regolare rispetto agli obblighi di leva;
– non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
– non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento o dichiarati decaduti per aver conseguito la nomina o l’assunzione mediante la produzione di documenti falsi o viziati da nullità insanabile, ovvero licenziati ai sensi della vigente normativa di legge e / o contrattuale;
– assenza di condanne penali con sentenza passata in giudicato per reati che costituiscano un impedimento all’assunzione presso una pubblica amministrazione;
– per i cittadini stranieri, adeguata conoscenza della lingua italiana.

Il processo di selezione

Come già detto, il concorso si svolgerà su base regionale e la selezione sarà prevede le seguenti prove:

prova pre selettiva, da effettuare qualora, a livello regionale, il numero dei candidati sia superiore a quattro volte il numero dei posti disponibili, unica per tutto il territorio nazionale e da espletare tramite pc, mediante la somministrazione di 100 quesiti a risposta multipla, vertenti sulle discipline previste per le prove scritte;
1 prova scritta articolata in 2 fasi, ovvero un test con 6 domande a risposta aperta e un elaborato a carattere teorico pratico, che verteranno sulle materie indicate nel bando;
1 prova orale, ovvero un colloquio, che verterà sulle materie d’esame indicate nel bando e sulla verifica della conoscenza dei più comuni strumenti informatici e tecnologie della comunicazione, e della lingua inglese.

Come fare domanda

Per partecipare al concorso è necessario presentare la domanda in via telematica, attraverso il servizio web POLIS – Presentazione On Line delle IStanze, previa registrazione al portale, entro 30 giorni dalla pubblicazione del bando sulla Gazzetta Ufficiale.
Per registrarsi all’applicazione POLIS è necessario inserire i dati richiesti e recarsi presso un istituto scolastico o presso un Ufficio Scolastico Regionale o presso l’URP del Miur per sottoscrivere il modulo di adesione prodotto dal sistema ed effettuare l’identificazione fisica, obbligatoria. E’ possibile fare domanda per una sola regione.
Vi invitiamo, come sempre, a leggere il concorso sul sito del MIUR , www.miur.gov.it, cliccare su ‘Concorso DSGA’ nell’area ‘Mondo Miur’.

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.