Concorso MIUR per 253 funzionari: prove, posti riservati e scadenza

Concorso MIUR: prove deesame, requisiti e scadenza per l’assunzione di 253 funzionari

Un nuovo bando di concorso, per chi è alla ricerca di un posto di lavoro, viene dal MIUR che è alla ricerca di  253 funzionari amministrativo-giuridico-contabili di terza area con posizione economica F1.

Il nuovo bando, indetto ed emesso lo scorso 29 marzo , ha scadenza alle ore 12,00 dell’11 maggio.

Per partecipare come requisito è richiesto soltanto il possesso di una laurea triennale.

Concorso MIUR ripartizione dei posti

Il 5% dei posti è riservato al pesonale interno in ruolo del MIUR. Una quota del 50% è riservata alle categorie protette, così come previsto dalla legge.

I posti, a livello nazionale, sono dislocati in quantità maggiore nel   Mzzogiorno:

  • 50 posti, infatti spettano all’Amministrazione Centrale,
  • 30 sono destinati alla Lombardia,
  • 19 alla Campania,
  • 17 alla Sicilia,
  • 15 alla Puglia,
  • 16 al Piemonte,
  • 14 a Toscana
  • 12 al Lazio
  • 5 Umbria e Friuli Venezia Giulia
  • 4 posti a Basilicata e Molise
  • 7 posti Abruzzo e Marche
  • 8 posti Calabria
  • 10 posti Emilia Romagna
  • 9 posti Sardegna e Liguria

Concorso MIUR: prove d’esame

 Sono previste prove preselettive e prove scritte per le quali le date sarenno comunicate in Gazzetta Ufficiale in data 29 maggio. Coloro che hanno una invalidità riconosciuta pari o superiore all’80% saranno esonerati dal sostenere la prova di preselezione. La data e il luogo delle prove dovranno essere rese note 15 giorni prima delle prove stesse.

Ci saranno, oltre alle prove di preselezione,  2 prove scritte e una orale ma al colloquio si potrà accedee solo se si otterrà un punteggio pari o superiore a 21/30 nelle prove scritte. I temi su cui verteranno le prove sono di cultura generale e di ambito interdisciplinare e più nello specifico: diritto costituzionale, diritto dell’Unione europea, diritto amministrativo, diritto civile (più precisamente riguardo gli obblighi contrattuali del dipendente pubblico), contabilità pubblica, diritto del lavoro (in riferimento più in particolare al pubblico impiego), l’organizzazione del Miur e la sua storia con la sua evoluzione; ma sono richieste anche conoscenza della lingua inglese e dell’informatica.

Prima prova con domanda a risposta multipla con 4 opzioni, seconda prova stesura di un elaborato su uno dei temi sopra citati.

Il colloquio orale verterà su: diritto penale, diritto processuale civile e del lavoro, elementi sullo stato giuridico del personale scolastico.

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.