Concorso Notai 2020: 300 posti nel Ministero della giustizia, ecco il bando

Il Ministero della giustizia ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il concorso per 300 notai. Vediamo le modalità per partecipare. (Notizia aggiornata)

Il Ministero della giustizia, come ogni anno, ha pubblicato, nella Gazzetta Ufficiale n. 97 del 10 dicembre 2019, un nuovo bando di concorso per assumere 300 notai. Le domande vanno inviate entro l’8 gennaio. Vediamo le modalità per partecipare. Aggiornamento 3 luglio 2020. Nella Gazzetta Ufficiale n. 39 del 19 maggio 2020 si comunica che le date, il luogo e le modalità di svolgimento delle prove scritte sono rinviate. Ulteriori informazioni saranno pubblicate nella Gazzetta Ufficiale n. 75 del 25 settembre 2020. Tale pubblicazione ha valore di notifica a tutti gli effetti.

Concorso 300 Notai: requisiti e domanda di partecipazione

I requisiti per partecipare al concorso sono inseriti nel modulo di domanda da compilare online in ogni sua parte. La domanda una volta compilata non può essere corretta, ma è necessario ripetere la procedura. In questo caso, l’ultima domanda inserita sarà quella valida.

La procedura per partecipare è così riassunta:

1)accedere alla pagina del Ministero all’indirizzo www.giustizia.it, sezione Strumenti, pagina Concorsi esami, selezioni e assunzioni e compilare in ogni sua parte il “form di domanda”e premere invio;

2)visualizzazione pagina di notifica con indicato il codice identificativo e un codice a barra;

3)stampare i documenti in PDF presenti sulla pagina relativi al codice identificativo e alla copia della domanda;

4)applicare sulla domanda marca da bollo di 16 euro.

A questo punto, la domanda va consegnata a mano in busta chiusa oppure inviata con raccomandata, con ricevuta di ritorno, al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di competenza di residenza.

Il collegamento al form di domanda sarà attivo fino alle ore 23:59 dell’8 gennaio 2020.

È necessario ricordarsi, pena esclusione, di allegare le due ricevute di versamento di:

  • euro 51,55 per la tassa e le spese di concorso;
  • euro 49,58 per ammissione esame abilitazione professionale.

Per tutti i gli altri dettagli inerenti al concorso, i candidati devono leggere il bando integrale.

Prove d’esame

I candidati saranno valutati solo per prove d’esame, che si articolano nel seguente modo:

esame scritto, tre prove riguardanti:

√la compilazione di un atto e lo svolgimento secondo i principi giuridici attinenti l’atto stesso;

esame orale, tre prove corrispondenti a questi gruppi di materie:

√diritto civile, commerciale e volontaria giurisdizione, soprattutto gli istituti giuridici in rapporto all’ufficio di notaio;

√disposizioni sull’ordinamento del notariato e degli archivi notarili;

√disposizioni concernenti i tributi sugli affari.

Infine, nella Gazzetta Ufficiale, Concorsi ed esami, del 19 maggio 2020, sarà pubblicato la sede e il luogo dove si svolgeranno le prove d’esame.

Leggi anche: Mutuo: oggi la surroga conviene più di ieri


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp