Concorso operatori giudiziari, speciale pensioni, fattura elettronica, Inps, lotteria scontrini, visita fiscale, speciale bonus, assegno circolare, TFR e TFS, monete, assegno divorzio

Concorso operatori giudiziari, speciale pensioni, fattura elettronica,Inps, lotteria scontri, visita fiscale, speciale bonus, assegno circolare, TFR e TFS, monete, assegno divorzio. Tutte le notizie della giornata.

Nella rassegna di affari di oggi, 15 ottobre 2019, gli argomenti trattati sono nello specifico:concorso operatori giudiziari, speciale pensioni, fattura elettronica,Inps, lotteria scontri, visita fiscale, speciale bonus, assegno circolare, TFR e TFS, monete, assegno divorzio. Vediamo tutte le notizie della giornata.

Speciale pensioni

Ape sociale

L’Ape sociale permette il pensionamento anticipato on 63 anni di età ed una contribuzione che varia dai 30 ai 36 anni per determinate categorie di lavoratori bisognose di tutela, quali disoccupati, invalidi, caregiver, addetti a mansioni gravose e lavoratori usuranti. Non sempre la motivazione che crediamo sia alla causa del rigetto della domanda della pensione è quella corretta…indaghiamo nell’articolo: Pensione Ape sociale rifiutata: lavoro gravoso o contribuzione?

Pensione a 63 anni

Ancora si fa molta confusione da quando sono stati introdotti i lavori gravosi che tutt’oggi vengono confusi con quelli usuranti. Molto spesso ci capita, inoltre, che si faccia confusione anche tra diverse misure previdenziale di cui i lavoratori potrebbero usufruire. Cerchiamo di fare chiarezza in proposito rispondendo ad una nostra lettrice nell’articolo: Pensione a 63 anni, non serve lavoro precoce: chiarimenti

Pensione con 11 anni di contributi

In Italia per poter accedere al pensionamento di vecchiaia a 67 anni sono necessari almeno 20 anni di contributi. Con meno di 20 anni di contributi le possibilità di un pensionamento sono davvero scarse e si può sperare nell’accesso solo se in possesso di determinati, stringenti requisiti. Vediamo il caso e quali sono le strade per una pensione con 11 anni di contributi.

Per saperne di più: Pensione con 11 anni di contributi, quali sono le possibilità

Fatture elettroniche

Per poter consultare le fatture elettroniche bisogna esprimere l’adesione sul portale Fatture e corrispettivi. La funzionalità che consente agli operatori Iva di aderire al servizio di consultazione e acquisizione delle proprie fatture elettroniche reso disponibile dall’Agenzia delle Entrate. Tale opportunità è valida anche per i consumatori finali. Per approfondire leggi: Fatture elettroniche: adesione entro il 31 ottobre in tre semplici passi

Monete e valore

Possedere una moneta di valore è come possedere un quadro antico, o un’altro oggetto di antiquariato. Si ha un valore ma non si può andare in banca e chiederne il corrispettivo in soldi. Le monete e le banconote acquistano valore quando hanno un’interesse particolare per i collezionisti e, quindi, come si farebbe per un quadro, ci si deve rivolgere ad un collezionista o ad un intermediario che contatterà, poi, i collezionisti interessati. Per approfondire leggi: Monete che valgono: come si scambiano in euro e dove si portano?

TFR e TFS

Molti le richieste dei lettori su WhatsApp e-mail consulenze@notiziera.it, su quando e come sarà pagato il TFR o TFS. Come già anticipato  in altri nostri articoli, la cosa che non ci si aspetta quando si accede al pensionamento anticipato è lo slittamento della prima rata del TFR o TFS. Tale prolungamento temporale deriva dall’art. 23 del decreto n. 4/2019.

Per saperne di più leggi: TFR o TFS: tempi, modalità e anticipo, le ultime novità

 Visita fiscale

La visita fiscale dal medico dell’Inps per il lavoratore  in malattia è sempre stata motivo di discussione, specialmente nelle aule di Tribunale. La Corte di Cassazione con ordinanza 1 ottobre 2019 numero 24492, ha affermato che il dipendente che si allontana dal proprio domicilio durante le fasce orarie di reperibilità per malattia evita la multa, oltre che nei casi di forza maggiore, solo quando la sua presenza altrove risulta indifferibile. Per saperne di più leggi anche: Visita fiscale e fasce di reperibilità: niente multa se assente, la sentenza  

Lotteria degli scontrini

Dal 1 gennaio 2020, come previsto, entrerà in vigore la lotteria degli scontrini fiscali. Tutto ciò serve a incentivare i consumatori a richiedere agli esercenti il rilascio dello scontrino fiscale sia per l’acquisto di un bene o di un servizio. Il governo con la lotteria degli scontrini ha intenzione di fare una dura battaglia contro l’evasione fiscale, cu saranno ricci premi ma anche pesanti sanzioni pe i commercianti che non si adeguano. La lotteria degli scontrini è contenuta nel decreto legge fiscale collegato alla legge di Bilancio. Il Governo prevede di recuperare 7,2 miliardi di euro dalla lotta all’evasione fiscale.

Per approfondire leggi: Lotteria degli scontrini 2020: premi fino a 50 mila euro e sanzioni fino a 2mila euro per i commercianti

Concorso operatore giudiziario

Il bando di Concorso del Ministero della Giustizia per 616 Operatori giudiziari con licenza media richiede l’iscrizione ai Centri per l’Impiego secondo l’articolo 16 della legge 56/1987 nel caso di assunzione da parte della Pubblica Amministrazione di personale da destinare a compiti dove è sufficiente il possesso di diploma di scuola media inferiore.

Per chiarimenti e modalità: Concorso per 616 Operatori giudiziari: le iscrizioni si fanno ai Centri per l’Impiego

Speciale Bonus

Bonus 240 euro vacanze

Dalle ultime indiscrezioni sulla manovra finanziaria emerge l’ipotesi di un bonus vacanze di 240 euro. Il nuovo governo M5S-PD ha sempre parlato di voler procedere con il taglio del cuneo fiscale per i lavoratori, ma forse in sostituzione verrà introdotto il bonus denominato vacanza, perché potrebbe essere erogato sulla busta paga di luglio, una sorta di quattordicesima in più.

Per approfondire leggi: Bonus vacanza di 240 euro in busta paga di luglio 2020, ecco le novità

Bonus legge bilancio

Allo studio la possibilità d’inserire nella prossima legge di Bilancio 2020 una detrazione per incentivare i pagamenti tracciabili. L’obiettivo è quello di rendere conveniente la richiesta di ricevuta su alcune prestazioni di servizi. Per fare ciò bisognerà inserire una detrazione a forma di sconto che sia superiore al pagamento dell’IVA applicata. Ed ecco alcuni esempi su come funzionerà il bonus sulla spesa e altro. 

Per saperne di più: Bonus sulla spesa, idraulico, cucina, spese ristoranti e parrucchiere, in base alla soglia di reddito, le novità nella legge di Bilancio

Pin Inps come sbloccarlo

Il Pin Inps permette di registrarsi sul portale per compiere operazione e verifiche sulla propria posizione assistenziale e assicurativa. L’Inps fornice attraverso il suo portale innumerevoli servizi: domanda ANF; Naspi; bonus bebè; consultazione Estratto contributivo; ecc. Per sapere come sbloccare il Pin Inps leggi l’articolo: Come sbloccare il pin Inps per accedere alla Naspi, estratto contributivo e tutte le prestazioni

Assegno circolare

Assegno circolare, per chi non sa che cosa è, lo si può definire un titolo di credito a vista, con cui si può eseguire pagamenti senza contanti. È un metodo di pagamento sicuramente meno diffuso di bonifici e del contante e per questo meno conosciuto. L’assegno circolare viene emesso dalla banca che si impegna a pagare in favore del beneficiario la somma di denaro su di esso indicata. Per questo chi riceve un assegno circolare ha la certezza di riscuotere l’importo indicato sul titolo.

Per saperne di più leggi: Assegno circolare: tutto ciò che bisogna sapere

Assegno divorzio

La Corte Cassazione, si è espressa in tema di assegno di divorzio, con tre sentenze depositate il 7 ottobre 2019. La Cassazione ha ribaltato molti principi riguardanti il metodo di calcolo dell’assegno e l’autosufficienza economica degli ex coniugi. In particolare, tra marito e moglie che si lasciano non è sufficiente lo squilibrio economico e il reddito alto di uno dei 2 per far scattare l’assegno di divorzio. Non è, infatti, accettabile che il più ricco debba pagare al più debole tutto quanto sia per lui sostenibile; pertanto, l’assegno diventerebbe quasi un “prelievo
forzoso” in misura proporzionale ai redditi. Per saperne di più: Assegno di divorzio: non è accettabile che il più ricco debba pagare il più debole, le 3 sentenze


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.