Concorso per 17 Fisioterapisti presso: AO Arrigo Alessandria, ecco il bando

L’Azienda Ospedaliera Arrigo pubblica un concorso per fisioterapisti. Ecco come partecipare alle selezione.

L’Azienda ospedaliera «Santi Antonio, Biagio e Cesare Arrigo» di Alessandria ha pubblicato un concorso per fisioterapisti in forma congiunta tra le aziende sanitarie dell’area Piemonte sud-est. Vediamo quali sono i requisiti per partecipare alla selezione.

Concorso per 17 Fisioterapisti: requisiti

L’Azienda ospedaliera Arrigo di Alessandria ha pubblicato un bando di concorso, per titoli ed esami, in forma congiunta tra l’Azienda ospedaliera SS. Antonio, Biagio e Cesare Arrigo, ente capofila, l’ASL AL di Alessandria e l’ASL AT di Asti per la copertura di 17 posti nel ruolo di Collaboratore professionale sanitario Fisioterapista. Le risorse saranno suddivisi nel seguente modo:

  • ASO AL n. 6 posti;
  • ASL AL n. 10;
  • ASL AT n. 1 posti.

Inoltre, l’indicazione della sede andrà espressa al momento della compilazione della domanda. In assenza di indicazioni, la scelta si intende per tutte le sedi. Per partecipare al concorso, i candidati devono possedere i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o di uno dei paesi membri dell’Unione europea;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • possesso di tutti i requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;
  • idoneità fisica all’impiego; l’accertamento dell’idoneità fisica sarà effettuata dall’Azienda prima dell’immissione in servizio;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato attivo, né destituiti, dispensati o licenziati dall’impiego presso pubbliche amministrazioni;
  • laurea in fisioterapia;
  • iscrizione all’Albo professionale di fisioterapista.

Come presentare la domanda

Le domande di ammissione al concorso dovranno essere prodotte mediante procedura telematica, pena esclusione, e inviate entro il 20 febbraio 2020. La compilazione della domanda verrà effettuata in 2 fasi che descriviamo brevemente. I documenti da allegare, che devono essere scansionati e inseriti con l’upload direttamente nel format, sono:

  • permesso di soggiorno,
  • decreto riconoscimento titolo equipollenza/equivalenza,
  • decreto riconoscimento equiparazione titoli di servizi svolti all’estero,
  • certificazione medica attestante lo stato di disabilità o la necessità di ausili e/o tempi aggiuntivi,
  • ricerca di pagamento di 10 euro come tassa di concorso.

Fase 1: registrazione al sito aziendale

1)Collegarsi al sito ospedalealison.iscrizioneconcorsi.it,
2)cliccare su “Pagina di registrazione” e compilare il modulo,
3)inserire un indirizzo di posta elettronica non certificata alla quale verrà inviata una mail 4)contenente le credenziali provvisorie,
5)collegarsi al link presente nella mail e compilare la scheda “Utente”,
6)salvare.

Fase 2: iscrizione al concorso

1)Inserire le credenziali definitive nel form per accedere alla domanda,
2)selezionare “Concorsi”, scegliere la procedura a cui partecipare,
3)cliccare “Iscriviti”,
4)compilare la “Scheda anagrafica”,
5)allegare la scansione di un documento di identità cliccando su “Aggiungi documento”,
6)cliccare su “Compila e salva”,
7)proseguire per tutte le altre pagine del form,
8)compilata tutte le sessioni della domanda,
9)cliccare su “Conferma ed invio”,
10)poi su “Conferma ed invia l’iscrizione”.
Il sistema invierà nella casella di posta del candidato una mail di conferma iscrizione con allegata la copia del della domanda e del documento di identità in formato PDF.

Prove d’esame

In caso di elevato numero di domande pervenute, la commissione potrà decidere di effettuare una preselezione, consistente nella soluzione di quesiti a risposta multipla, vertenti su cultura generale e conoscenze sulle materie del corso di laurea. Invece, le prove d’esame sono tre: prova scritta, pratica e orale. L’elenco dei candidati ammessi, la sede, l’ora e il calendario degli esami saranno pubblicati sul sito dell’Azienda, sezione Lavora con noi/Concorsi/Elenco dei bandi espletati/Concorsi assunzioni a tempo indeterminato.
Per ulteriori informazioni, si rimanda alla lettura del bando.

Leggi anche: Classifica delle città italiane dove si vive meglio: i posti più in salute d’Italia


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp