Concorso per 616 Operatori giudiziari: le iscrizioni si fanno ai Centri per l’Impiego

Il bando di Concorso del Ministero della Giustizia per 616 Operatori giudiziari con licenza media richiede l’iscrizione ai Centri per l’Impiego, è sufficiente il possesso di diploma di scuola media inferiore

Il bando di Concorso del Ministero della Giustizia per 616 Operatori giudiziari con licenza media richiede l’iscrizione ai Centri per l’Impiego secondo l’articolo 16 della legge 56/1987 nel caso di assunzione da parte della Pubblica Amministrazione di personale da destinare a compiti dove è sufficiente il possesso di diploma di scuola media inferiore.

Concorso 616 posti di operatore giudiziario: chiarimenti e modalità

Dopo la pubblicazione del nostro articolo: Concorso: 616 posti a tempo indeterminato come operatore giudiziario

ci sono arrivate molte richieste su WhatsApp: 

1)     Salve, potrei avere info per il concorso di operatore giudiziario? Scadenza? Grazie

2)     Buongiorno… Dove devo presentare la domanda per il concorso come operatori giudiziari?

3)     Buongiorno, cortesemente posso sapere i documenti che servono per partecipare a questo concorso e in quale ufficio mi devo rivolgere grazie

4)     Informazioni su bando operatore giudiziarie

5)     Informazioni su bando operatore giudiziario, e uscito il concorso, presso i centri per l impiego

6)     Dove si fa la domanda per il concorso di operatore giudiziario?

7)     Buonasera, cortesemente vorrei essere aggiornato per quanto riguarda il concorso di operatore giudiziario. Oggi mi sono recato al centro per l’impiego di Foggia e mi hanno detto che al momento non hanno nessuna comunicazione. Buona serata

8)     Vorrei sapere dove spedire la domanda in base al concorso. Vorrei sapere gentilmente sul concorso dei 616 operatori giudiziari, se potevo entrare a far parte del concorso…

Ecco tutte le informazioni in risposta ai nostri lettori in base agli ultimi aggiornamenti. 

Bando per 616 Operatori giudiziari: requisiti richiesti

I requisiti di partecipazione indetto dal Ministero della Giustizia all’ultima selezione pubblica, sono elencati nell’articolo 2 del bando pubblicato l’8 ottobre scorso nella Gazzetta Ufficiale, prevedono, oltre alla cittadinanza italiana, la maggiore età e il diploma di istruzione secondaria di primo grado, proprio poi l’iscrizione alle liste dei Centri d’Impiego.

Gli eventuali operatori giudiziari saranno assunti con contratto di lavoro indeterminato nelle seguenti Regioni e dovranno rispettare l’obbligo di permanenza nella sede di destinazione per almeno 5 anni: Lombardia, Piemonte, Liguria, Emilia Romagna, Marche, Toscana, Veneto, Campania, Lazio, Puglia, Calabria, Basilicata. La legge in questione prevede, che qualora si tratti di offerte di lavoro a tempo indeterminato, possono partecipare alla selezione anche candidati già occupati.

Come funziona la domanda presso i Centri dell’Impiego?

Per quanto riguarda la domanda sia per partecipare che per la selezione, le istruzioni non sono chiare, l’unica cosa chiara è che la selezione avverrà mediante avviamento degli iscritti alle liste dei Centri dell’Impiego, che prevede che possono partecipare al concorso gli iscritti nelle liste del collocamento obbligatorio o in quelle di mobilità che abbiano sottoscritto la Dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro.

Il via alla pubblicazione del bando, non da il via alla presentazione delle domande, bisogna attendere che l’amministrazione che richiede le assunzioni, invii alle rispettive amministrazioni regionali, entro 30 giorni dalla pubblicazione del bando, la richiesta per l’avvio alle selezioni. Solo in questo momento i Centri per l’impiego potranno raccogliere le domande, che durerà 30 giorni e dovranno essere accompagnate dalla certificazione ISEE in corso di validità.

Oltre alle prove di rito che consistono in un colloquio individuale ed una prova pratica per verificarne l’idoneità, concorrerà’ alla definizione della graduatoria il punteggio assegnato in base al valore ISEE, ai carichi familiari, l’età, l’anzianità di disoccupazione e di presentazione della DID.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp