Concorso per diventare ispettori scolastici per l’anno 2020/2021, tutte le info

E’ in arrivo un nuovo bando di concorso per diventare dei futuri ispettori scolastici. Il bando è rivolto solo a chi già lavora nella scuola.

Buone notizie per chi ha voglia di lavorare nel mondo della scuola. Infatti vogliamo parlarvi del nuovo bando pubblico per l’assunzione di nuovi Ispettori Scolastici. Il concorso fa parte di tutta quella serie di provvedimenti che si trovano all’interno dell’accordo firmato tra Miur e Sindacati il 1 ottobre 2019. Questa è solo una notizia di anteprima dato che il concorso non sarà di pubblicazione immediata ma ci vorrà un po di tempo, e nell’accordo è detto che il bando non sarà pubblicato prima del 2021.

Tutte le informazioni per il bando di concorso per diventare ispettori scolastici

Sappiamo che il Ministero dell’Istruzione ha messo a disposizione 7,99 milioni di euro il cui scopo è quello di assumere dei nuovi dirigenti tecnici nel ruolo di ispettori scolastici.

Sappiamo, inoltre, che il concorso si svolgerà per titoli ed esami.

Per quanto riguarda il testo dello stesso bando, sappiamo che la prossima settimana dovrebbe essere all’esame del Consiglio dei ministri, e che prevede l’avvio di una procedura concorsuale, che segue quanto è riportato nella Legge 107/2015, la quale è utile a rimpolpare il pool di ispettori scolastici che al momento è costituito da 50 unità.

Queste 50 unità risultano essere troppo poche rispetto al numero di cui si necessita veramente, questo perché a causa del mancato turn over degli ultimi anni.

Stando a quello che dice l’Agenzia Ansa, al temine del concorso il numero di ispettori scolastici passerebbe “dai 55 attuali a quasi 80” complessivi.

Requisiti per poter partecipare al concorso

I soggetti idonei a poter partecipare al bando di concorso per vestire il ruolo di ispettori scolastici sono sostanzialmente i dirigenti scolastici attualmente in servizio che ricoprono il ruolo di preside.

Ma non solo: possono partecipare  anche i docenti della scuola dell’infanzia e primaria, i docenti della secondaria, rettori dei convitti nazionali, oltre che dirigenti dei conservatori di musica e delle accademie di belle arti.

Cerchiamo di capire con più chiarezza quale sarà il vero compito di questo ruolo così diverso dai soliti ruoli scolastici.

In pratica, già come ci anticipa il nome, questa figura professionale avrà il compito di svolgere la funzione ispettiva all’interno degli istituti scolastici, per esaminare e migliorare l’attività realizzata, seguendo anche le indicazioni dell’Unione Europea.

I compiti dell’ispettore scolastico sono definiti dalla Direttiva del 2 Luglio 2002 e tra di essi vi sono anche le verifiche e le ispezioni svolte su specifiche situazioni disposte dal ministro dell’Istruzione e dagli uffici dell’amministrazione scolastica centrale.

Leggi anche:

Bando di concorso come Funzionario Doganale, tutte le informazioni


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.