Concorso per restauratore di beni culturali: ecco il bando di ammissione al corso

Concorso per l’ammissione al corso della durata di 5 anni di Restauratore dei beni culturali. Ecco requisiti, bando e domanda di ammissione.

È indetto un concorso per l’ammissione al corso per restauratore di beni culturali presso la Scuola di alta formazione e studio dell’Istituto centrale per il restauro. Il bando, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 53 del 10 luglio 2020, riguarda l’ammissione di 20 allievi al 71° corso per l’anno accademico 2020/2021 da assegnare alle sedi di Roma (10 posti) e di Matera (10 posti). Il corso, infine, avrà la durata di 5 anni, pari a 300 crediti formativi e, dopo l’esame finale, il diploma conseguito sarà equiparato alla laurea magistrale in conservazione e restauro dei beni culturali. Il titolo sarà anche abilitante alla professione di restaurazione dei beni culturali. Ecco le informazioni principali per partecipare al concorso.

Concorso 20 posti corso restauratore beni culturali: requisiti

I candidati per l’ammissione al concorso devono possedere:

a)requisiti generali per l’accesso all’impiego presso una pubblica amministrazione,

b)diploma di scuola superiore di secondo grado, ovvero diploma di maturità.

Gli allievi, inoltre, saranno inseriti in uno dei percorsi formativi professionalizzanti (PFP) scelti al momento della compilazione della domanda:

1)Materiali lapidei e derivati; superfici decorate dell’architettura (PFP 1). Il corso si svolgerà nella sede di Matera con l’ammissione di 10 allievi;

2)Manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile; manufatti scolpiti in legno; arredi e strutture lignee; manufatti e materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti (PFP 2). Saranno ammessi 5 allievi assegnati alla sede di Roma;

3)Materiali e manufatti ceramici, vitrei, organici; materiali e manufatti in metallo e leghe (PFP 3) per la sede di Roma e per 5 allievi.

Domanda

Gli interessati a questo concorso devono compilare la domanda secondo il facsimile allegato e inviarla, entro il 19 agosto 2020, tramite:

√PEC, posta elettronica certificata all’indirizzo mbac-icr@mailcert.beniculturali.it

√PEO, posta elettronica ordinaria all’indirizzo icr.scuola@beniculturali.it.

Per entrambe mail in oggetto inserire la dicitura: Domanda di ammissione al 71° corso ICR. Inoltre, si precisa che i candidati cittadini di stati non appartenenti all’Unione europea residenti all’estero dovranno inviare la domanda agli indirizzi email suddetti, ma attraverso un rappresentante dell’ambasciata o consolato italiano. Infine, si ricorda che nella domanda va inserita un solo PFP per il quale si chiede di concorrere.

Prove d’esame

I candidati per l’ammissione al concorso devono sostenere le seguenti prove:

√grafica;

√test attitudinale pratico-percettivo;

√orale;

√conversazione in lingua italiana, per i soli cittadini stranieri.

Inoltre, mentre le informazioni sugli argomenti delle prove e sulla preparazione delle stesse sono reperibili nel bando e sul sito dell’ISCR www.iscr.beniculturali.it, sezione Scuola, pagina Concorso di ammissione, nella pagina Avvisi relativi al concorso, invece, saranno pubblicati l’elenco degli ammessi al corso, il calendario delle prove d’esame, la graduatoria finale.

Infine, si rimanda alla lettura del bando integrale, per ulteriori informazioni su questo concorso.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp