Concorso RIPAM: ecco il primo bando con modalità telematica

Pubblicato il primo concorso in modalità completamente digitale secondo il decreto Rilancio. 92 posti per funzionari in vari profili. Ecco come partecipare.

Nella Gazzetta Ufficiale n. 43 del 5 giugno 2020 è stato pubblicato dal RIPAM, l’ente per la Riqualificazione della pubblica amministrazione, il primo bando di concorso con le nuove modalità digitali: scadenza entro 15 giorni dalla pubblicazione del bando, prove scritte in modalità digitale, orale in videoconferenza, motivazioni e attitudini alle mansioni. Nello specifico si tratta del concorso per l’assunzione di laureati da inserire nell’organico dell’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo e del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare. Ecco posti disponibili, requisiti e modalità di partecipazione.

Concorso RIPAM: posti disponibili e requisiti

Ecco il primo concorso pubblicato con modalità telematiche così come deciso dal decreto Rilancio. Si tratta del bando per 92 posti per il reclutamento di personale non dirigenziale da inquadrare nell’Area funzionale III, fascia retributiva F1, nei vari profili di funzionario. I posti messi a concorso saranno distribuiti nel seguente modo:

√20 posti (5 riservati ai soggetti di cui la legge n.68/1999): profilo funzionario amministrativo-contabile, da inserire nei seguenti settori: giuridico, legale e contenzioso; pianificazione e budget; contratti, gare ed appalti, per l’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (Codice AMM/AICS);

√40 posti (uno riservato ai soggetti di cui la legge n.68/1999): profilo funzionario tecnico-professionale da inserire nei seguenti settori: promozione e comunicazione; programmazione e sviluppo economico; infrastrutture (ingegneria e architettura); salute, protezione sociale e gender (sviluppo umano); sviluppo rurale; patrimonio culturale; diritti umani e migrazione; educazione e formazione; statistica; finanza; sicurezza alimentare; partenariati pubblico privato; ambiente; informatica, per l’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (Codice TEC/AICS);

√32 posti: profilo funzionario amministrativo esperto in relazioni internazionali da inserire nell’organico del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare (Codice AMM/MATTM).

Inoltre, il trenta per cento dei posti, così come stabilito dalla vigente legislazione, è riservato ai volontari in ferma breve o prefissata delle forze armate.

Infine, per poter partecipare al concorso, i candidati devono essere in possesso di alcuni requisiti come:

a)cittadinanza italiana o di altro Stato dell’Unione Europea;

b)età non inferiore a 18 anni;

c)laurea magistrale, specialistica o vecchio ordinamento.

Ulteriori requisiti, come per tutti i concorsi nella pubblica amministrazione, sono indicati nel seguente articolo: Concorsi pubblici: ecco i requisiti per partecipare alle selezioni.

Domanda di partecipazione

La domanda di partecipazione dovrà essere presentata esclusivamente in modalità telematica, attraverso le credenziali SPID, compilando il modulo nel Portale Step One 2019 raggiungibile all’indirizzo www.ripam.cloud, entro il 20 giugno 2020.

Inoltre, per la presentazione della domanda, il candidato deve:

1)essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata PEC personale

2)effettuare obbligatoriamente il versamento della tassa di partecipazione pari a 10 euro per ciascun profilo per cui si intende partecipare;

3)specificare la motivazione per cui si candidata ad un determinato profilo;

4)descrivere le esperienze professionali e le attitudini acquisite utili allo svolgimento delle mansioni del profilo per cui concorre.

Infine, ogni comunicazione ai candidati è effettuata mediante pubblicazione di avvisi sul Portale Step One 2019. Tali pubblicazioni avranno valore di notifica a tutti gli effetti.

Procedura concorsuale

Nel caso il numero delle domande sia elevato, sarà svolta una prova preselettiva comune a tutti i codici profilo e nelle modalità indicate nell’art. 6. I candidati che avranno superato la prova preselettiva, saranno ammessi alla prova scritta avente come argomento le materie indicate nell’art. 7 del bando. In entrambi i casi, le prove si svolgeranno nelle sedi decentrate ed esclusivamente in modalità telematica.

La prova successiva, per coloro che avranno superato le prova scritta, sarà un colloquio, così come indicato nell’art. 8 del bando. La prova orale potrà svolta in videoconferenza, garantendo l’identificazione dei partecipanti, la sicurezza e la tracciabilità delle comunicazioni.

Infine, la valutazione dei titoli riguarderà solo i candidati che avranno superato la prova orale. In seguito, la commissione formulerà la graduatoria finale per ogni singolo profilo sommando i punteggi ottenuti delle prove scritta e orale e dai titoli. I vincitori saranno assunti con un contratto a tempo pieno e indeterminato.

Per ulteriori informazioni, si rimanda alla lettera del bando reperibile anche sul sito http://riqualificazione.formez.it.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp