Concorso scuola straordinario, come si svolgerà la prova

Il 28 aprile 2020 sono stati pubblicati gli attesi bandi di concorso scuola. Ecco il possibile scenario di svolgimento delle prove del concorso straordinario.

Ieri sono stati pubblicati i bandi di concorso per la scuola e, tra le tante domande che ci si pone, date le circostanze in cui tutta l’Italia si ritrova, viene naturale chiedersi come verrà svolto il concorso. Certo, ci si augura che per il mese di luglio si allentino ancora di più le restrizioni, ma sembra fondamentale per tutto il 2020 la regola della distanza. Detto questo, come si rispetterà in tale contesto? La prova concorsuale si svolgerà da remoto o in presenza? Qualora fosse in presenza, poi, quale sarà il numero possibile dei candidati presenti?

Concorso straordinario scuola, ecco la modalità di svolgimento

Ieri 28 aprile sono stati pubblicati i bandi dei concorsi scuola, sia quello straordinario che quello ordinario, il cui periodo di svolgimento era stato già anticipato nei giorni scorsi dalla Azzolina.

Un argomento fortemente dibattutto nel corso di questo periodo così critico, dove addirittura se ne era chiesto l’annullamento da parte del sottosegretario del MIUR, De Cristofaro, in seguito rifiutato.

Ma arriviamo al dunque e vediamo cosa spetta i futuri docenti della scuola italiana.

In particolare, vogliamo concentrarci sul possibile scenario di svolgimento del concorso scuola straordinario per la scuola secondaria di primo e secondo grado.

Tale concorso prevede l’assunzione di 24.000 unità di precari che a settembre potranno finalmente essere di ruolo.

La prova è unica ed è costituita da domande a risposta multipla. Per la precisione si tratta di 80 domande centrate su conoscenze disciplinari e competenze metodologiche, tra cui 5  relative alla conoscenza dell’inglese.

Il tutto deve essere svolto in una durata di 80 minuti.

Un concorso dall’aria estiva, dato che potrebbe svolgersi verso la fine di luglio- seconda metà di agosto, la cui prova durerà una giornata intera.

Si sta ipotizzando, d’altronde, di non svolgerla in modo contemporaneo a tutte le classi di concorso.

Comunque sia, uno o più giorni, saranno garantite le misure di sicurezza, sia per chi aspira al posto che per i commissari.

Con molta probabilità, i candidati verranno suddivisi in piccoli gruppi di un massimo di 10 persone che effettueranno dei turni. Saranno assicurati, poi, distanziamenti e sanificazione continua.

L’ultimo problema è quello della regione da scegliere per lo svolgimento del concorso, dato che l’assunzione vale per un lasso di tempo di 5 anni nella scuola di titolarità, senza potersi spostare dalla stessa.

 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Katia Russo

Sono Katia, ho 21 anni e sono una studentessa di Lettere Moderne. Fin da piccola la scrittura e la lettura mi hanno sempre affascinato, e crescendo, ho iniziato ad interessarmi di cinema e di arte. Sono una grande curiosona e mi piace trasmettere qualsiasi informazione utile.