Condannato da un tumore inoperabile si salva: raccolti 546 mila dollari grazie a un gesto di solidarietà

Un grande gesto di umanità cambia la vita ad un giovani di 35 anni: ecco cosa succede

Servivano 546 mila dollari per poter fare una trasferta a New York e salvargli la vita. Finalmente un raggio di sole, per un giovane di soli 35 anni, nato a Soverano in provincia di Catanzaro condannato da un tumore inoperabile.

Nel 2016, scopre la crudele diagnosi, un sarcoma alla gamba. Inizialmente il giovane è stato operato a Milano e tutto sembrava andare alla grande, ma il miracolo dura solo per un anno e mezzo dopodiché la scioccante notizia.

Grazie ad un farmaco il tumore resta stabile per mesi, ma la massa che ora occupa parte dell’addome per i medici chirurghi è decisamente inoperabile. Il fratello racconta scioccato che i medici purtroppo danno poche speranze di vita, solo due settimane.

La fidanzata di Orlando, presa dalla totale disperazione, comincia a fare ricerche e scopre una clinica che probabilmente potrebbe salvare la vita al suo fidanzato, innamorato perdutamente della pesca e sopratutto di lei.

Il giovane necessita di un intervento in una clinica a New York, per l’esattezza al Columbia University Medical Center, ma per poter provare a salvargli la vita serve una somma esorbitante: 546 mila dollari. Il famoso chirurgo Kato Tamoaki aveva già operato con grande successo 11 pazienti con la stessa malattia del giovane Orlando. Conosciuto come un professionista di trapianti multipli e rimozione dei tumori addominali la famiglia del giovane Orlando da fiducia totale al medico.

La solidarietà è contagiosa

La notizia, grazie alla famiglia del giovane, si diffonde sia in web che tra i 10000 abitanti del bellissimo paesino.

Una colletta tra i mercatini, spettacoli di beneficenza e donazione dai bambini di Davoli Marina, finalmente si arriva alla cosi tanto sognata somma di 546 mila dollari.

Il giovane, una persona umile, grande lavoratore in un ristorante del paese, non si perde d’animo  ed è sempre fiducioso ed ottimista, anche se ci sono solo 30% di probabilità di sopravvivere.

Dopo 10 ore di intervento, il giovane sta bene, anche se ci sono ancora da fare cure molto costose.

Un’ associazione creata proprio per aiutare la famiglia continuerà a dare supporto finanziario per poter finire tutte le cure necessarie.

E ancora c’è chi dice, che in giro ci sta gente cattiva e menefreghista.

546 mila dollari, raccolti da gente con un grande cuore, sono stati una vera e propria benedizione per giovane che merita ancora di vivere.

Ionela Polinciuc

Mi chiamo Ionela Polinciuc, sono nata in Romania e ho vissuto a Roma e Darfield. Amo viaggiare, e questo percorso mi ha permesso di conoscere altre realtà importanti e migliorare le mie capacità di adattamento a svariati contesti. La mia passione per scrivere, mi ha portato a collaborare con diversi giornali, da ormai 3 anni.