Condizionatore e bollette salate, ecco i consigli per risparmiare

I condizionatori ci costano il 28% in più sulle bollette elettriche. E’ possibile risparmiare senza rinunciare a rinfrescare le proprie case? E come?

E’ estate e nessuno vuole rinunciare all’aria condizionata. Anche in casa il calore si fa sentire e, come ben sappiamo, chi soffre di più queste temperature sono bambini e anziani. Eppure, per una famiglia non è facile affrontare l’aumento in bolletta dovuto all’utilizzo di condizionatori in casa. La soluzione, però, c’è e non è per niente drastica. Basta seguire alcuni piccoli accorgimenti senza rinunciare a rinfrescare la propria casa.

Bollette salate, cosa fare?

Secondo Facile.it, l’aumento in bolletta può arrivare addirittura al 28% o anche oltre se i condizionatori vengono usati in maniera errata o non sono efficienti come dovrebbero essere. Il consumo medio considerato, senza l’uso dell’impianto di aria condizionata, è pari a circa 3.000 kWh l’anno, ovvero 640 euro. Se aggiungiamo un condizionatore di classe A+, i consumi potrebbero salire a circa 3.795 kWh l’anno. Ciò significa che, in questo caso, la bolletta arriverebbe a circa 800 euro o più. L’aumento, dunque, sarebbe di almeno 160/170 euro.

Per risparmiare basta seguire dei piccoli accorgimenti. Ecco i nostri consigli:

  • innanzitutto, scegliete condizionatori di alta efficienza (possibilmente classe A, A+ e A++ e superiori) che garantiscono minori consumi energetici e, di conseguenza, costi minori in bolletta. Inoltre, il loro impatto sull’ambiente sarà meno incisivo;
  • se il condizionatore ne è dotato, è consigliato impostare la funzione di deumidificazione piuttosto che quella di raffrescamento: in questo modo è possibile ridurre i costi in bolletta fino al 13%;
  • durante le ore più calde è preferibile abbassare le tapparelle, in modo da permettere ai condizionatori di raggiungere più in fretta la temperatura ideale;
  • è fondamentale chiudere le finestre e le porte affinché l’aria fresca non si disperda inutilmente: in questo modo risparmierete fino al 6% dei costi totali;
  • infine, ricordate di mantenere i vostri condizionatori puliti. E’ fondamentale non solo per la vostra salute, ma anche perché in questo modo si ha la certezza che l’impianto possa funzionare al 100% della sua efficienza. Con una pulizia annuale dei filtri è possibile ridurre i consumi fino all’8%.

Ovviamente ricordate che non bisogna mai esagerare: scegliete sempre le temperature giuste e quando non è necessario cercate di fare a meno del condizionatore.

Ti potrebbe interessare anche: Bonus condizionatori 2019: detrazioni sulle tasse per l’acquisto dei climatizzatori


Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest – Youtube – contattaci su Whatsapp al nuovo numero 3516559380 - inserite questo numero in rubrica e inviarci il seguente messaggio tramite whatsapp: "notizie", vi risponderemo il prima possibile.

Sara Gatto

Ciao a tutti! Sono Sara, ho 20 anni e sono una studentessa. Il mondo della comunicazione è ciò che più mi interessa, in particolare il cinema, la musica e l'arte in generale. Spero che i miei articoli vi siano d'aiuto e che, oltre la curiosità, siano capaci di alimentare i vostri interessi.