Condono cartelle esattoriali sotto i 100mila euro, quanto c’è di vero?

L’idea di Salvini di una Pace fiscale sta interessando un pò tutti ma per ora è solo un’idea…

Non si tratta di una legge approvata ma di un’idea lanciata da Matteo Salvini: il condono delle cartelle esattoriali Equitalia per cifre al di sotto dei 100mila euro. L’idea è volta a liberare una volta per tutte gli italiani di debiti contratti con l’ex agente di riscossione che non sono riusciti a pagarli nonostante le due rottamazioni. Ma con quali coperture finanziarie?
Di Maio da parte sua afferma che Equitalia va abolita di nome e di fatto, forse dimenticando che non esiste più da circa un anno.

Chi sono i debitori interessati dal possibile condono?

Rottamazione 15 maggioPotrebbero essere graziati circa il 94% dei contribuenti che hanno ancora un debito aperto con lo Stato. Lo slogan è «Chiudere da subito tutte le cartelle esattoriali di Equitalia per cifre inferiori ai 100 mila euro» e tutti i debiti passati da Equitalia all’Agenzia delle Entrate Riscossioni sparirebbero con un “puf”.
Moltissimi sono, quindi, i contribuenti interessati alla proposta di Salvini visto che sono molti coloro che non hanno ancora saldato i propri debiti.

Cosa c’è di vero?

Per ora ancora nulla, si tratta semplicemente di un’affermazione di Salvini e l’ipotesi è che il governo potrebbe aprire le porte non ad una nuova rottamazione ma ad una vera e propria sanatoria ache se al momento non se ne sa ancora nulla. Per saperne di più bisognerà attendere i prossimi sviluppi e le reali intenzioni di Salvini, ma soprattutto quale sarebbe l’impatto di questa affermazioni sulle rottamazioni già in corso che verrebbero,. Senza dubbio, considerate non più molto convenienti: meglio una sanatoria che pagare un debito rottamato no?

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest e WhatsApp al numero +39 3515397062

Redazione NotizieOra

Articoli redatti dai nostri esperti di Fisco, diritto ed economia.