Congedo di due anni con legge 104 per assistere il familiare con la residenza temporanea

Congedo di due anni retribuiti ai sensi della legge 151 per assistere il familiare con handicap grave (legge 104 art. 3 comma 3), per la fruizione sono richiesti requisiti specifici.

Il congedo straordinario di due anni retribuito in base alla legge 151  per assistere il familiare con legge 104 art- 3 comma 3 che il lavoratore avente diritto deve avere la convivenza con il familiare. Il requisito di convivenza si intende soddisfatto anche con la coabitazione o con la dimora temporanea. Una lettrice ci chiede: Vorrei delle informazioni riguardo la convivenza per quanto riguarda il congedo dei due anni. Mio figlio ha subito un incidente stradale in consegna ad esso ha avuto la 104, lavora e risiede in un paese diverso dal mio che sono la madre e non ha nessun…

Congedo straordinario e diritto di priorità familiare

La domanda inviata non è completa, ma posso comunque risponderla, la prima cosa da considerare è il diritto di priorità familiare che è il primo ostacolo da superare.

La normativa prevede che posso usufruire del congedo straordinario legge 151 i seguenti soggetti:

  • coniuge convivente con la persona con disabilità (legge 104 art. 3 comma 3)  e componenti dell’unione civile conviventi equiparati al coniuge;
  • in caso di patologie invalidanti, mancanza o decesso, subentrano i genitori anche adottivi; 
  • in caso di patologie invalidanti, mancanza o decesso, subentrano i figli;
  • in caso di patologie invalidanti, mancanza o decesso, subentrano i fratelli conviventi il parente o l’affine entro il terzo grado convivente;
  • in caso di patologie invalidanti, mancanza o decesso degli altri soggetti aventi diritto subentra uno dei figli non ancora conviventi. In questo ultimo caso la convivenza può essere instaurata anche in un momento successivo.

Solo in casa di mancanza o di patologie invalidanti, il diritto viene trasferito al successivo familiare.

Per approfondire l’argomento, consigliamo di leggere: Congedo straordinario con legge 104: diritto di priorità familiare

Quindi, se si trova in questo ordine di priorità può fare domanda sempre se ha anche il requisito di convivenza che si intende soddisfatto anche con la residenza temporanea.

Residenza temporanea

In riferimento al requisito di convivenza è possibile accedere alla residenza temporanea che si ottiene con la registrazione nel registro della popolazione temporanea e ha una durata di 12 mesi; inoltre, può essere chiesta una sola volta nella vita.

Possono fare richiesta:

  • cittadini italiani residenti in altro Comune italiano che dimorino da almeno quattro mesi
  • cittadini extracomunitari residenti all’estero o in altro Comune italiano che dimorino da almeno 4 mesi
  • cittadini dell’Unione europea, residenti all’estero o in altro Comune italiano, che dimorino da almeno 3 mesi.

L’INPS con le Circolari n. 32/2012 e n. 159/2013, specifica che il requisito della convivenza sarà accertato d’ufficio previa indicazione da parte del richiedente in base ai dati forniti della residenza anagrafica o dimora temporanea del disabile o del dipendente.

In risposta alla nostra lettrice può chiedere la residenza temporanea per assistere suo figlio. Va ricordato che la dimora può essere chiesta al massimo per 12 mesi.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”