Congedo legge 104: i lavoratori domestici possono fare domanda?

Possono usufruire del congedo legge 104 retribuito di due anni anche i lavoratori domestici? Analizziamo le varie aspettative e i requisiti degli esclusi.

Il congedo legge 104 permette la possibilità di assistere il familiare con handicap grave per due anni, anche non consecutivi, con astensione al lavoro retribuita e coperta da contribuzione figurativa.

Congedo straordinario legge 151

Abbiamo esaminato tutti gli aspetti di questa prestazione, i requisiti richiesti e analizzato molti casi. I principali requisiti che determinano la possibilità di accedere al beneficio sono: il diritto di priorità familiare e il requisito di convivenza con il familiare d’assistere. In quest’ultimo caso può essere sostituito anche dalla dimora temporanea oppure dalla coabitazione (stesso stabile e diverso appartamento). 

Ma la domanda che ci è stata posta oggi riguarda se i lavoratori domestici possono usufruire del congedo straordinario legge 151. Rispondiamo a questa domanda rispolverando la normativa sugli esclusi dal congedo legge 104. 

Chi sono i lavoratori domestici?

Il rapporto di lavoro domestico, svolte la propria attività per il funzionamento della vita familiare, a qualsiasi titolo. 

Il datore di lavoro in questo tipo di contratto, può essere una famiglia, un soggetto privato o una comunità senza fini di lucro. Le mansioni che il lavoratore deve svolgere sono:

disbrigo di incombenze familiari: baby sitter, colf, cuochi, badanti;

il lavoro deve essere svolto con continuità;

l’attività deve essere svolta nell’abitazione del datore di lavoro;

assistere un familiare per bisogni non legati all’attività professionale o imprenditoriale.

Se l’attività è occasionale il lavoratore può essere retribuito attraverso il libretto di famiglia. Scade tra pochi giorni la possibilità di chiedere il bonus baby sitter fino a 1.200 euro, chiamato anche bonus nonni perchè può essere utilizzato anche per i nonni che accudiscono i nipoti. 

I lavoratori domestici hanno diritto al congedo legge 104?

Siamo arrivati alla domanda di partenza, ebbene, il congedo straordinario legge 151, chiamato comunemente congedo legge 104, non spetta a tutti i lavoratori, ci sono alcune attività lavorative escluse dal beneficio, nello specifico sono: 

lavoratori autonomi;

lavoratori agricoli;

lavoratori parasubordinati;

lavoratori a domicilio;

lavoratori addetti ai servizi domestici e familiari. 

Quindi, i lavoratori che svolgono le attività sopra elencate, colf e badanti, non possono fare domanda del congedo straordinario legge 151 per assistere un familiare con handicap grave ai sensi della legge 104 art. 3 comma 3. 


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Angelina Tortora

Giornalista pubblicista, amministratore e autrice presso Notizieora.it. Ragioniera commercialista e revisore legale iscritta all'albo. Ha collaborato per molti anni con il Caf Tutela Fiscale e con la testata Investireoggi.it area Fisco e previdenza. Scrivere è passione, è vita, mi accompagna da quando ero bambina. Attraverso la scrittura posso comunicare notizie, idee e soprattutto aiutare gli altri. In un mondo dove tutto va all’incontrario, e dove tutto è confusione, il mio obiettivo è quello di diffondere notizie che aiutino. NotizieOra rappresenta la realizzazione di un sogno, dove esprimersi è libertà, è passione. “Solo attraverso la scrittura possiamo avere notizia di uomini che ci hanno preceduto e scoprire in cosa si sono distinti. E, come i classici insegnano, se si ha memoria di qualcuno, se ne protrae l’esistenza.”