Congedo straordinario biennale legge 104 e ricovero ospedaliero

Nella fruizione del congedo straordinario legge 151 per assistere il familiare con legge 104, se ci sono periodi di ricovero ospedaliero, cosa fare?

Ancora molti i dubbi sul congedo straordinario legge 151 di due anni per assistere il familiare con handicap grave (legge 104 ar.t 3 comma 3). Analizziamo il quesito di un nostro lettore che ci segue su WhatsApp: Salve, sono un dipendente pubblico, devo prendere un periodo di congedo straordinario L. 104 per assistere il familiare disabile, nel caso ci fossero periodi saltuari di ricovero ospedaliero, devo interrompere il congedo, coprire detto periodo con aspettativa non retribuita e poi chiedere di nuovo il congedo L.104? Grazie della risposta.

Congedo straordinario legge 151: cosa fare per i periodi di ricovero ospedaliero

Gent. Sig.

Ogni lavoratore ha diritto fino a un massimo di due anni di congedo straordinario nell’arco della propria vita lavorativa: tale limite è complessivo fra tutti gli aventi diritto per ogni disabile grave. Pertanto chi ha più di un familiare disabile può beneficiare del congedo per ciascuno di essi, ma non potrà comunque mai superare i due anni. Infatti, non è previsto il cosiddetto “raddoppio”.

Il beneficio è frazionabile anche a giorni.  Affinché non siano conteggiati i giorni festivi, i sabati e le domeniche  sarebbe conveniente, laddove possibile,  l’effettiva ripresa del lavoro tra un periodo e l’altro di fruizione.

Cordialmente Avv. Fernanda Elisa De Siena

Per essere sempre aggiornati, seguiteci su: Facebook – Twitter – Gnews – Instragram – Pinterest

Avv. Fernanda Elisa De Siena

L'Avv. Fernanda Elisa De Siena del Foro di Roma, dove vive ed esercita, si occupa del diritto civile in senso ampio con specializzazione in diritto previdenziale e lavoro, famiglia e minori.