Congedo straordinario retribuito: possibile per 2 volte per 2 familiari?

Si può fruire del congedo straordinario retribuito prima per la zia e poi per la nonna? Vediamo cosa prevede il decreto legge 151 del 2001.

Il congedo straordinario retribuito permette ai lavoratori che assistono familiari con handicap grave in base alla legge 104, articolo 3, comma 3, di assentarsi dal lavoro per 2 anni (anche frazionati) percependo un’indennità pari all’ultima retribuzione prima del congedo stesso. Vediamo come funziona e per quanti familiari se ne può fruire.

Congedo straordinario 2 volte?

Una nostra lettrice ci scrive:

Buongiorno, io sto usufruendo del congedo straordinario retribuito di due anni, assisto mia zia interdetta al 100 per 100 unica nipote e unica parente. In casa con noi vive la mia nonna di 84 anni invalida al 100 per 100. Vorrei sapere, dopo aver terminato i due anni per la zia posso richiedere di nuovo il congedo straordinario per la nonna? Anche In questo caso sono unica nipote e unica parente in vita. 

In attesa di un vostro riscontro 
 

A disciplinare la fruizione del congedo straordinario retribuito è l’articolo 42, comma 5 bis, del decreto legge numero 151 del 2001. In tale articolo si stabilisce che il congedo non può superare la durata complessiva di due anni nell’arco della vita lavorativa e per ciascuna persona portatrice di handicap.

Questo significa che ciascun lavoratore in tutto l’arco della vita lavorativa può fruire di una durata massima di congedo di 2 anni indipendentemente dalle persone con handicap grave che assiste e che per ciascuna persona con handicap grave sono consentiti solo 2 anni di congedo indipendentemente da quante persone ne fruiscono (ad esempio se il congedo viene richiesto dal coniuge per la moglie e ne fruisce per 6 mesi prima di essere riconosciuto invalido a sua volta, se al coniuge subentra il figlio quest’ultimo potrà fruire per la madre di 18 mesi di congedo. Se necessiterà anche il padre di assistenza con congedo straordinario retribuito lo stesso figlio potrà richiedere per assistere il padre soltanto 6 mesi di congedo).

Nel suo caso, quindi, al termine del congedo straordinario per assistere la zia, non potrà chiedere di nuovo il congedo anche per assistere sua nonna in quanto avrà terminato i suoi 2 anni di congedo straordinario retribuito previsti per tutta la sua vita lavorativa.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp
Per una risposta dei nostri esperti scrivi a consulenze@notizieora.it
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito, rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.