Conservare l’autunno in un barattolo

Conserva l’autunno in un barattolo: melanzane sott’olio, cetriolini sottaceto e funghi sott’olio.

Le melanzane sott’olio sono un grande classico che riscuote sempre molto successo, infatti si abbinano splendidamente con crostini di pane, con i formaggi, con i salumi e divinamente con la carne. Poi abbiamo i cetriolini sottaceto, con questo metodo si riesce a preservare la croccantezza oltre che migliorare il valore nutrizionale per via dell’ottima chiusura ermetica nei barattoli che aiuta la fermentazione. Per i funghi la scelta può ricadere sugli champignon, meglio piccoli freschi e sodi.

Vediamo come conservare l’autunno nel barattolo di melanzane, cetriolini e funghi

Melanzane sott’olio: prendete un chilo di melanzane, si devono lavarle e sbucciarle e tagliarle sottili e metterle per 12 ore in una ciotola coperte da sale grosso.

Portare ad ebollizione 1 litro di aceto bianco e metteteci dentro le melanzane ben strizzate dall’acqua. Cuocerle per 2-3 minuti da quando l’aceto bolle, poi scolarle e strizzare di nuovo, coprirle con uno strofinaccio e lasciale asciugare.

Dopodiché le melanzane si possono mettere nei vasetti sterilizzati e aggiungendo tra uno strato e l’altro la menta o il basilico, come preferite, peperoncino e aglio tritati. Coprirle con l’olio a 60 gradi e controllare il giorno dopo che il livello dell’olio non sia sceso, sennò aggiungerne altro fino a coprirle. Prima di poterle mangiare devono rimanere chiuse nei vasetti per 3 mesi al buio e in un luogo asciutto.

Cetriolini sottoaceto: bisogna prendere un chilo di sottaceti freschi e lavarli bene, metterli in un contenitore coperti di sale grosso per 8/10 ore. Bisogna lavarli, asciugarli e metterli nei vasetti sterilizzati e ricoprirli con l’aceto bianco. Chiudere i vasetti e metterli in una pentola e coprirli con l’acqua, portarli a bollore per almeno 10 minuti e lasciarli raffreddare.

Leggi qui la ricetta completa: Cetrioli sott’aceto fatti in casa

Funghi sott’olio: prendere un chilo di funghi champignon, pulirli bene e lavarli sotto l’acqua corrente, asciugarli bene con un panno di cotone. Prendere una pentola e mettere 1 litro d’acqua, 1/2 litro di aceto di vino bianco, qualche foglia di alloro e qualche grano di pepe nero e portare ad ebollizione. Far bollire anche i funghi per 7-8 minuti.

A questo punto scolare i funghi e metterli ancora caldi nel vasetto sterilizzato alternandovi l’olio a 60 gradi, alcuni spicchi d’aglio, sale, pepe e peperoncino. Fate attenzione a ricoprire bene i funghi con l’olio.

Chiudere bene i barattoli e farli raffreddare capovolti. Una volta raffreddati, prima di mangiarli bisogna aspettare 3 mesi, l’importante è che si mettano in un luogo al buio.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp