Contaminazione ostriche e molluschi provenienti dalla Francia

Allerta ostriche, cozze e vongole contaminate e provenienti dalla Francia.

Grande allerta UE, c’è un’allerta molto importante proveniente dalla Francia, riguarda le ostriche, le cozze e le vongole, la contaminazione è da norovirus, patogeno molto pericoloso e contagioso. Sono le autorità francesi che hanno disposto questo richiamo che potrebbe causare disturbi gastrointestinali; sono seguiti vari sequestri avvenuti in Francia.

Andiamo a capire meglio che rischi corriamo con questa contaminazione di ostriche e molluschi

La contaminazione è avvenuta in tutta Europa e tutti gli importatori hanno informato le autorità per la sicurezza alimentare, ci sono grossi rischi per la salute.

Tutti i clienti che hanno acquistato i prodotti in allerta provenienti dalla Francia, sono pregati di evitare possibilmente il consumo, i norovirus causano diarrea. I sintomi di questo patogeno compaiono tra le 12 e le 48 ore e i primi sintomi sono diarrea e vomito con accompagnamento di dolori muscolari e addominali, mal di testa e febbre.

La durata della malattia dura pochi giorni, l’importante è cercare di rimanere sempre idratati. Le persone più a rischio sono gli anziani e i bambini, bisogna fare molta attenzione, il contagio può essere facile da prendere.

Durante il periodo acuto, il patogeno viene espulso o con il vomito o con le feci e per questo bisogna fare molta attenzione lavandosi sempre bene le mani, usando il sapone e disinfettandole. La trasmissione può avvenire anche attraverso la bocca o anche toccando maniglie e altre cose toccate con le mani infette.

Anche per quanto riguarda tutte le cose che vengono colpite dal vomito, parliamo di indumenti, asciugamani e altro, bisogna prima lavarle bene ad una temperatura non inferiore ai 60 gradi e poi disinfettare per bene con molta attenzione e accuratezza.

Ancora non si conosce provenienza esatta e lotto in quanto scoperta da poco e in attesa di ulteriori verifiche, quindi per essere sicuri per ora i consumatori devono evitare prodotti simili provenienti dalla Francia.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instragram - Pinterest - Youtube