Contanti, anche i soldi in quarantena: banconote, monete e bancomat

Anche i soldi sono in quarantena: l’ennesima misura per prevenire il coronavirus. I consigli per i cittadini.

Anche se fino ad ora non è stata provata la diffusione del Coronavirus tramite i soldi, la Fed (la banca centrale americana) ha messo in quarantena le banconote provenienti dalla Cina. Se anche, quindi, il contagio tramite il contante non è accertato le precauzioni, come sottolinea anche un portavoce della Banca Centrale Europea, non sono mai troppe.

Soldi in quarantena

Le goccioline di sudore, eventuali starnuti o altri contagi che possono avvenire sui contanti da persone infette, possono sopravvivere per un tempo davvero limitato su banconote, monete e tastierini dei bancomat. Ma l’emergenza in corso ci fa pensare che quel “tempo limitato” debba essere messo sotto controllo lo stesso. Il consiglio è quello di utilizzare il meno possibile il denaro contante al punto che la Federal Reserve ha messo le banconote provenienti dall’Asia  in quarantena per 12/14 giorni, per poi rimetterle in circolazione.

Qualche giorno fa una ennesima bufala attribuiva alla Organizzazione mondiale della sanità un messaggio secondo cui i soldi potevano essere un vettore di contagio. La notizia smentita quasi subito è stata seguita da una precisazione: dopo aver toccato i soldi le mani vanno lavate poichè il denaro passa di mano in mano con moltissima frequenza e può catturare virus e batteri. Lavarsi le mani dopo aver maneggiato i soldi, in ogni caso, è una buona pratica in generale e non solo per il coronavirus.

Anche in Cina e Corea sono state avviate misure di disinfezione per i soldi contanti. Le banconote provenienti dalle aeree più colpite del Paese, quindi, sia in Cina che in Corea, oltre alla quarantena subiscono anche la fase di disinfestazione.

Si unisce alla prevenzione anche la Banca d’Italia che ha preso la decisione di mettere in quarantena presso le filiali, per 14 giorni, le banconote provenienti da banche e società.

E per i bancomat? Per le operazioni al dettaglio effettuati presso gli sportelli bancomat la raccomandazione è quella di utilizzare guanti o di lavarsi le mani dopo aver toccato il tastierino. I tastierini di POS dei negozi o dei distributori automatici, invece, devono essere sanificati quotidianamente.


Per essere sempre aggiornato, seguici su: Facebook - Twitter - Gnews - Telegram - Instagram - Pinterest - Youtube

Condividi questo articolo sui Social
TwitterFacebookLinkedInPin ItWhatsApp

Patrizia Del Pidio

Giornalista pubblicista, oltre ad essere proprietaria e autrice presso Notizieora.it, collaboro da anni con la testata Orizzontescuola.it. Scrivere è da sempre la mia passione e farlo come professione è stata la realizzazione di un sogno. Esperta di fiscalità e pensioni mi piace rispondere ai quesiti che i miei lettori quotidianamente mi inviano per fare in modo che, nel mio piccolo, la burocrazia possa essere più facile e alla portata di tutti.